Domenica non solo Giovani all’Arena di Milano: anche i Vincitori del Premio Monti

Pubblicato: Mercoledì, 06 Ottobre 2021

Domenica 10 ottobre (cerimonia inaugurale alle ore 10:30, inizio gare alle ore 11:30 per una chiusura entro le ore 17:00) l’Arena di Milano ospiterà un autentico festival dell’atletica giovanile con la seconda edizione del Mi-Teen in Arena. La competizione quest’anno raddoppierà con la contemporaneità di due gare: la finale regionale del Trofeo delle Province per la categoria Ragazzi/e (nati nel 2008 e nel 2009) e l'incontro per rappresentative provinciali della categoria Cadetti/e (nati nel 2006 e nel 2007), con atleti provenienti da Lombardia, Veneto, Piemonte e Canton Ticino.

L’Arena è dal 2003 intitolata a Gianni Brera, forse il più celebre giornalista sportivo italiano di tutti i tempi che agli albori della carriera scrisse anche di atletica leggera raccontando gli Europei di Oslo 1946: in quel campionato continentale era presente, da atleta, Carlo Monti, che sarebbe poi diventato apprezzata firma di Corriere dello Sport e La Notte. L’Arena sarà dunque sede decisamente suggestiva per la proclamazione dei vincitori dell’edizione 2020 del Premio giornalistico nazionale dedicato proprio al velocista azzurro e giornalista scomparso a 96 anni nel 2016: la cerimonia avverrà attorno alle ore 14:50 proprio sul manto del “mitico” impianto milanese.

IL PREMIO - L’ASD All Sport, con il patrocinio del Comitato Lombardo della FIDAL e dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti, ha indetto la quarta edizione del premio che lo ricorda volto a mettere in evidenza le più belle storie “di atletica e corsa” per valorizzare la promozione dell’atletica in Lombardia. Da quest’edizione il Comitato Regionale FIDAL Lombardia prevede un premio speciale in memoria di Cesare Barbieri – giornalista della rivista Voglia di Atletica, scomparso prematuramente nel mese di maggio 2020 – che sarà assegnato al miglior elaborato presentato dai giornalisti under 30. 

CHI ERA CARLO MONTI - Carlo Monti in gioventù è stato un forte velocista azzurro, bronzo alle Olimpiadi di Londra del 1948, e poi un quotato giornalista sportivo innamorato dell'Atletica; si è spento nel 2016 a 96 anni. Nella sua carriera da atleta ha vinto il suo primo titolo italiano nel 1940 correndo i 100 metri in 10"5. È stato però abbastanza maltrattato dalla sorte, dovendo rinunciare a due Olimpiadi, annullate a causa della Seconda guerra mondiale. Nel 1946 conquistò il bronzo europeo dei 100 metri a Oslo, arrivando in Norvegia quasi fuori tempo massimo dopo un avventuroso viaggio aereo. Riuscì poi a partecipare ai Giochi olimpici di Londra, nel 1948, conquistando la medaglia di bronzo nella staffetta 4x100, assieme a Michele Tito, Enrico Perucconi e Antonio Siddi, come terzo frazionista. Con 8 titoli tricolori nei 100 e nei 200 metri, Monti è stato atleta di spicco con la maglia dell'Unione Sportiva Milanese e poi con quella della Pro Patria e della Nazionale. Carlo "Carletto" (per gli amici) è stato anche un apprezzato narratore delle vicende dello sport come giornalista e scrittore, e nel 2009 ha raccontato i primi cento anni della 100 km di marcia nel libro 'Cento per Cento'. Giornalista pubblicista, è stato storico tesoriere dell'USSI e il 22 giugno del 2012, giorno della consegna del tricolore a Valentina Vezzali, il Capo dello Stato Giorgio Napolitano gli ha consegnato l'onorificenza di Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

FINALITÀ E SEZIONI - Il Premio è riservato a giornalisti (professionisti, pubblicisti, praticanti e allievi delle scuole di giornalismo), nei settori radiotelevisivo, della carta stampata e del web. Il premio intende promuovere l’atletica e il racconto delle gesta più emblematiche in campo amatoriale e professionistico nella forma dell’indagine giornalistica, del racconto e del reportage (anche video e fotografico).

TEMA Storie di Atletica e di Corsa: volte a raccontare l’atletica al tempo del Covid e il “viaggio”verso le Olimpiadi di Tokyo 2021. A titolo esemplificativo e non esaustivo si indicano di seguito alcune tematiche collegate al tema: la difficoltà di una sfida inedita, come ripartire dopo una pausa improvvisa nella propria vita di atleta e personale, atletica e gare al tempo del distanziamento, Covid e sport di base. Il premio si articola in tre sezioni: articoli sulla carta stampata, articoli sul web e premio della giuria. Sono possibili, per ciascuna sezione, menzioni speciali come riconoscimento del lavoro svolto.

GIURIA La Giuria del Premio è composta da: Guido D'Ubaldo in rappresentanza del CNOG (Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti), rappresentante indicato dall'Ordine dei Giornalisti della Lombardia), Gianni Mauri (Presidente FIDAL Lombardia), Fabio Monti (firma del Corriere della Sera e figlio di Carlo Monti), Franco Bragagna (giornalista Rai), Aurelio Biassoni (Giornalista Consiglio Regionale Lombardia) e Michele Di Cesare (Giornalista e Presidente ASD All Sport).

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
IBAN:
IT24U0100501601000000140051
Tel.: +39.02.744786 - Fax: +39.02.716706 - P.IVA: 01384571004 e C.F.: 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano