Dicembre 2019
L M M G V S D
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5


Pubblicato: Giovedì, 28 Settembre 2006

Meeting dei Memorial - Cremona 1/10/06 - Inserimento gara

Su richiesta della società organizzatrice (Cremona Sportiva Atletica Arvedi), al programma gare già previsto per la manifestazione Regionale su Pista di Chiusura “Meeting dei Memorial” in programma a Cremona in data 1 ottobre 2006, è stata aggiunta la gara: “staffetta 4 x 100 Allievi”.


Pubblicato: Giovedì, 28 Settembre 2006

La selezione italiana ai Campionati del Mondo di Mezzamaratona

CAMPIONATI DEL MONDO MEZZA MARATONA Debrecen (HUN) 8 ottobre 2006 Capo Delegazione Luciano Baraldo
Team manager Anna Riccardi
Fisioterapista Pier Paolo Rosalba
Tecnici Donato ChiavattiSilvano Danzi

UOMINI
Migidio Bourifa Atl. Valle Brembana
Giammarco Buttazzo CS Esercito
Fabio Mascheroni Calcestruzzi Corradini Excels
Antonello Petrei ASD Bruni Pubbl. Atl. Vomano

// DONNE
Stefania Benedetti G. Alpinistico Vertovese
Ivana Iozzia Calcestruzzi Corradini Excels
Gloria Marconi Atl. Ferrara
Silvia Sommaggio Atl. ASI Veneto



Pubblicato: Giovedì, 28 Settembre 2006

BOURIFA ALLA COPPA DEL MONDO DI MEZZA MARATONA

Migidio Bourifa è stato convocato, dal CT Nicola Silvaggi, per la Coppa del Mondo di mezza maratona (che sostituisce il vecchio mondiale) di Debrecen in Ungheria. La gara si svolgerà domenica 8 ottobre. L`atleta dell`Atl. Valle Brembana, allenato da Massimo Magnani è nato a Casablanca ma da molto tempo vive in Italia. Fresco vincitore della maratona di Saronno (neo campione regionale), che doveva costituire per lui un test in vista della prossima maratona di Venezia, Bourifa ha un personale sulla mezza di 1h02.35.
G.C.


Pubblicato: Giovedì, 28 Settembre 2006

RISULTATI CdiS DI PERGINE, CAORLE E ORVIETO

A Pergine Valsugana, nella finale argento, si è ben comportata tra i maschi l`Atletica Bergamo 1959 che, pur non essendo promossa, ha dimostrato di poter puntare alla finale oro. "Squadra molto compatta, senza grandi punte, ma con tutti atleti tra i primi sei di ogni gara - ci racconta il fiduciario tecnico Grazia Vanni - tutti del suo territorio.// Il 2° posto di Matteo Giupponi nella marcia (ricordiamo la sua bella figura ai Mondiali Juniores di Pechino), della 4x100 e il 3° posto della 4x400 sono stati i risultati migliori.Sempre tra i maschi merita un elogio Matteo Cibolini della Pro Sesto, che ha vinto nel peso con 16.26. Tra le donne si sono salvate le due squadre più compatte senza grossi buchi: 5a Fanfulla Lodigiana e 6a Ilpra Vigevano. Per la Fanfulla l`atleta più rappresentativa è stata Simona Capano 2a nei 200 con 24.38 e brava nelle due staffette. Per la Ilpra Vigevano oltre a Madeleine Kaboud Me Bam, 1a nei 400hs con 58.34 e 2a nei 100hs, la più rappresentativa è stata M. Costanza Moroni che, in una seconda giovinezza, si è piazzata 2a nel triplo con 13.03 davanti a Francesca Cortelazzo della Pro Sesto con 12.57. Seconda nei 400hs, sempre per la Pro Sesto, è arrivata Gaia Biella con 59.64" conclude Grazia Vanni. A Caorle, nella finale A1, 10° posto del CUS Atl. 2000 in campo maschile con 103.5 punti mentre in campo femminile 5a l`Atl. Bergamo 1959 con 127 punti e 9a la N. Atl. Varese con 116.5. Buona gara nell`asta per Elena Scarpellini (Atl. Bergamo 1959) che ha fallito di un soffio i 4.00 metri. A Orvieto, nella finale A2 centro-nord, tra i maschi prima piazza con promozione per il CUS Pavia con 158 punti, 3a Atl. Lecco Costruzioni con 146.5 e 5a Monzese Forti e Liberi con 137.5. Tra le donne 2a l`Atl. Lecco Costruzioni con 170 punti e 10a l`OSA Saronno con 112. Ecco i risultati dei vincitori: Sergio Valtorta nei 400 con 49.64 e Mattia Nuara nel lungo con 7.39 (Monzese Forti e Liberi); Stefano Cugusi nei 1500 con 4.01.79, Roberto Bonecchi nel disco con 48.46, Giuseppe Buremi nel giavellotto con 58.29, Vito Zanni nella marcia con 45.45.85 e la 4x100 (Busoni-Vallarino-Sansotera-Crescenti) con 42.72 (CUS Pavia).Tra le donne: ottima doppietta di Elena Bonfanti nei 200 con 24.89 e nei 400 con 56.43, Marta Longhi si aggiudica il triplo con 12.08 e la 4x100 dell`Atl. Lecco Costruzioni (Bonfanti-Longoni-Longhi_Meles) vince con 49.95
G.C.


Pubblicato: Mercoledì, 27 Settembre 2006

INTERVISTA A FRANCO ARESE

Tra il record della Legnante e la prova a 4.32 della Giordano Bruno ai C.di S. di Busto Arsizio, abbiamo fatto una breve ma appassionata "chiacchierata" con il presidente della FIDAL Franco Arese. Due parole, dalle quali speriamo possano nascere riflessioni,// idee, progetti costruttivi (...e attuabili) da parte dei nostri tecnici o dirigenti. Si tratta di trovare una cura efficace per questa atletica che proprio sana non è.
Un parere sull`organizzazione di questa finale "oro" a Busto Arsizio?
Ho molto apprezzato gli sforzi degli organizzatori di questa finale "oro" del Campionato di Società. Per iniziare un`attività di alto livello, le difficoltà nell`allestire lo stadio e nel rispettare tutte le norme vigenti sono grandi. Come in tutte le menifestazioni, c`è stato qualcosa che non ha funzionato. Mi riferisco al problema relativo al cronometraggio della prima serie dei 400 femminili. Comunque, per essere positivi, dieri che questi due giorni, pur essendo a fine stagione, sono stati allietati dai due record italiani nel peso, con 19.04 della Legnante e nell`asta, con 4.32 della Giordano Bruno. Una bella scarica di adrenalina per aumentare le motivazioni nell`affrontare la prossima preparazione invernale.
Come potrebbe essere valorizzato questo nuovo impianto creato proprio per l`atletica?
Direi tramite l`organizzazione di eventi e coinvolgendo la scuola (che proprio non dovrebbe fare a meno dell`atletica). Anche le finali provinciali o regionali dei Giochi Sportivi Studenteschi potrebbero essere organizzate a Busto. Una volta queste gare scolastiche erano molto sentite. Io stesso ho iniziato nel `63 con i 1000m, vincendo la fase nazionale. Il mio preside di allora, al mio rientro, mi attese fuori dall`istituto per premiarmi e l`evento fu molto commovente (ndr per i nostri lettori più giovani ricordiamo che Franco Arese nel `71 a Helsinki si laureò campione Europeo nei 1500, fu semifinalista ai Giochi Olimpici di Città del Messico (1968) e Monaco (1972) oltre ad aver vinto numerosi titoli italiani. Record personale: 3.36.3)
Progetti a livello tecnico per il prossimo biennio?
Si potrebbe pensare al coinvolgimento di 10-15 giovani tecnici ben preparati, che facciano da tramite tra la FIDAL e gli allenatori sul campo. Dovremmo trovare risorse economiche per poter dare contributi alle società, ai tecnici, agli atleti che lo meritino.
Quali strategie verranno perseguite per valorizzare il settore giovanile?
Un nostro grave problema è che molti giovani lasciano l`atletica per trasferirsi ad altri sport. Io credo che se un tecnico o una società siano stati in grado, investendo su di un giovane, di portarlo ad alti livelli relativamente alla sua categoria, meritino un riconoscimento. Devono ricavare un guadagno da questo lavoro per poterlo reinvestire su altri giovani. Con il Progetto Talento la FIDAL cerca di agevolare gli atleti promettenti in modo che possano migliorarsi. E` chiaro che per sfondare nell`atletica bisogna dedicarsi ad essa senza riserve. Se il ragazzo decide di allenarsi in un centro federale dovrebbe essere supportato anche dal suo tecnico e dalla sua società di origine. Ritengo che la grandezza di un allenatore stia sempre nel valutare quale possa essere la situazione migliore per il ragazzo. Troppo spesso vediamo talenti sprecati perchè manca una costruttiva collaborazione tra tecnici di origine e tecnici federali e anche tra dirigenti.

Giuliana Cassani


Pubblicato: Mercoledì, 27 Settembre 2006

CONVEGNO IN UNIVERSITA`

Venerdì 20 ottobre 2006 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano si terrà il 2^ Convegno su “Sport agonistico: stile di vita o sacrificio?”. E’ la seconda edizione di un convegno scientifico divulgativo che ha lo scopo di aggiornare sugli avanzamenti nella conoscenza del tessuto e del metabolismo osseo ed anche sull’influenza positiva che lo sport può avere sul picco di massa ossea nei giovani con benefici effetti // nell’età adulta. A completamento del tema ci sono due sessioni pomeridiane sugli aspetti neuroendocrini del metabolismo osseo e sul metabolismo ossidativo. Su quest’ultimo argomento si approfondiranno gli aspetti della dieta dell’atleta con relatori esperti. In particolare interverrà il responsabile del settore sanitario della Fidal dott. Giuseppe Fischetto. La tavola rotonda finale sarà l’occasione per discutere insieme temi di grande attualità. Il convegno è gratuito e tutti coloro che fossero interessati a partecipare devono iscriversi all’indirizzo del CRL Lombardia. Vi aspettiamo numerosi.
Dott. Costantino Corradini

PROGRAMMA CONVEGNO
II CONVEGNO “SPORT AGONISTICO: SACRIFICIO O STILE DI VITA ?” Aula Magna Università degli Studi di Milano Via Festa del Perdono 7, Milano 20 ottobre 2006 ore 8.00 Ritrovo ore 8.30 Saluto Autorità ore 8.45 Sessione I – GIORNATA MONDIALE DELL’OSTEOPOROSI Moderatore Prof. C. Verdoia  Massa ossea: fattori determinanti e fattori di rischio G. Isaia  Massa ossea ed attività fisica G. Luisetto ore 10.45 Coffee Break  Sport e massa ossea: uno studio su atlete professioniste F. Ulivieri  Andamento della forza muscolare e della coordinazione tra i 30 ed i 70 anni in sportivi praticanti discipline aerobiche C.Corradini ore 12.15 I Tavola rotonda “PREVENIRE L’OSTEOPOROSI PRATICANDO SPORT’ ore 13.00 Rinfresco ore 13.30 Sessione II – ASPETTI NEUROENDOCRINI DEL METABOLISMO DELL’OSSO Moderatore Prof. Muller  Fattori regolatori del metabolismo osseo V. Sibilia  Ruolo del sistema nervoso nel rimodellamento osseo F. Guidobono  Effetti dell’ormone somatotropo sul metabolismo osseo: dalla fisiopatologia al doping A.E. Rigamonti  Secrezione paracrina e riparazione dell’osso: quali prospettive terapeutiche nell’atleta fratturato C.Corradini ore 15.30 Discussione ore 15.50 Intervallo ore 16.00 Sessione III – ASPETTI NUTRIZIONALI DEL METABOLISMO OSSIDATIVO NELLO SPORTIVO Moderatore Prof. Cestaro  Metabolismo ossidativo dell’atleta B. Cestaro  Gli acidi grassi polinsaturi nello stress ossidativo da sforzo R. Cazzola  Integrare o supplementare: mito o realtà della dieta dell’atleta di alto livello G. Fischetto  Abitudini alimentari del calciatore professionista R. Tavana  Evoluzione dietetica del calciatore professionista F. Forloni ore 18.30 II Tavola rotonda ‘ALIMENTAZIONE E PRESTAZIONE DELL’ATLETA: ESPERIENZE A CONFRONTO’ ore 19.00 Chiusura lavori // Responsabile Settore Sanitario
Fidal - CRL Lombardia

Pubblicato: Martedì, 26 Settembre 2006

Chiari 1 ottobre 2006 - Finale del Grand Prix Giovanile d`atletica leggera<br>

Modificato Il Programma e l`orario della Manifestazione.
Inserito all`interno del Grand Prix il recupero delle gare di Asta Femminile e Maschile, Disco Femminile e Maschile e Giavellotto annullate durante il Campionato Italiano Individuale e per Regioni Cadetti/e di Bastia Umbra (Pg) il 16 e 17 Settembre u.s.

Le società interessate// prestino attenzione al Nuovo Programma orario posto in allegato.

Nuovo Orario
Pubblicato: Martedì, 26 Settembre 2006

SARONNO : SUCCESSO DELLA MARATONA M3P

Domernica 24 settembre a Saronno si è svolta la 1° Edizione della Maratona delle Tre Province (M3P), disegnata su un anello di ventuno chilometri perfettamente pianeggiante, incastonato appunto tra le province di Milano, Varese, Como e la nascente Monza-Brianza. Partenza ed arrivo allo stadio Colombo – Gianetti di Saronno e percorso che si snoda tra Origgio, Caronno Pertusella, Cesate, Solaro e Ceriano Laghetto. Se diventerà una appuntamento il nome per via della nuova provincia potrebbe cambiare. Buona la prima si direbbe su un set cinematografico.// Un buon numero di partecipanti (oltre 500 divisi tra maratona, maratonina e 10 Km), un percorso ben disegnato, molto presidiato con tanto pubblico ad applaudire i concorrenti, un clima quasi ideale per una maratona, ricchi premi (una autovettura Renault al primo classificato), tantissimi sponsor, tantissimi volontari e due atleti di grido alla partenza (Bourifa e Caimmi) ai vertici della classifiche nazionali. E proprio Migidio Bourifa atleta marocchino, da tempo nel nostro paese e naturalizzato italiano, tesserato per l’Atletica Valle Brembana si è aggiudicato la maratona ed il ricco primo premio con il tempo di 2h 22.09, precedendo di soli sei secondi Daniele Caimmi (Fiamme Gialle), mancato protagonista ai Campionati Europei di Goteborg. Tempo non eccezionale ma ottimo per l’obiettivo che ci si era posti, con una passaggio a metà gara di 1h08.58. Ed è stato proprio il primo premio a spronare i due atleti a chiudere la gara; Massimo Magnani, tecnico dei due atleti e ha confermato che era previsto un test di 30 Km, in preparazione della Maratona di Venezia che si correrà fra un mese, ma i due atleti nel corso della prova hanno deciso di concludere la prova, tra gli applausi del pubblico accorso veramente numeroso. Per Bourifa, che ha conquistato anche la maglia di Campione regionale Lombardo di maratona, prima di correre la Maratona di Venezia sarà al via del mondiale di mezza maratona che si correrà in Ungheria il prossimo 8 ottobre. Nella mezza maratona convincente prova del giovane Steve Bibalo (atletica Valle Brembana) classe 1987, che ha vinto la prova nel tempo di 1.14.09, precedendo l’algerino El Gouzi e l’atleta di casa Montagna Massimiliano, tesserato per la OSA Saronno, stessa età del vincitore, specialista delle siepi che ha chiuso la gara in un 1h16.55. Per la Osa saronno, società sportiva di tradizione soprattutto in pista un magnifico esordio nel campo delle gare su strada. Affiancato dal giornale INFORMAZONA, il sodalizio saronnese ha organizzato un gran bella manifestazione, che ha ricevuto il plauso di Magnani, gran conoscitore del panorama delle maratone mondiali, che ha dichiarato di aver trovato veramente condizioni ottimali, del presidente regionale FIDAL Alessandro Castelli e del consigliere federale Migliorini, che hanno espresso la loro soddisfazione. Starter d’eccezione il sindaco di Saronno Pierluigi Gilli, testimone di una attenzione particolare di tutte le amministrazioni locali interessate al percorso. Risultati: MARATONA
1° Migidio Bourifa Atl. Valle Brembana 2.22.09 2° Daniele Caimmi G.A. Fiamme Gialle 2.22.16 3° Stefano Demuru Cus Atl. 2000 Milano 2.47.42 4° David Maiocchi Road Runners Club Milano 2.50.07 5° Manuel Beltrami Runners Valbossa Azzate 2.58.48
MEZZA MARATONA maschile
1° Steve Bibalo Atl. Valle Brembana 1.14.10 2° Brahim El Gouzi US Nova Lib. Como 1.14.54 3° Massimiliano Montagna Osa Saronno 1.16.59 4° Claudio Savoldi individuale 1.22.32 5° Francesco Calandro individuale 1.22.39 MEZZA MARATONA femminile 1° Jacopla Moraci Cus Atl. 2000 Milano 1.26.55
Risultati completi sul sito www.osasaronno.it Immagini video con interviste ad atleti e tecnici sul sito www.pierodasaronno.eu

Luciano Aceti


Pubblicato: Lunedì, 25 Settembre 2006

DUE GIORNI, DUE RECORD AI SOCIETARI DI BUSTO

Assunta Legnante con i suoi due record italiani, ha dato un tocco, anzi, una spallata di allegria alla prima giornata dei C.d.S. Finale A "oro" di Busto Arsizio. Con 19.04 la simpatica atleta napoletana della Camelot (187 cm di altezza per 100 kg di peso), allenata dal D.T. della Nazionale Nicola Silvaggi, ha abbattuto un altro muro. Purtroppo la// prima giornata è stata macchiata da un problema di cronometraggio nella prima serie dei 400 donne e - in assenza della rilevazione manuale - sono stati attribuiti i tempi in modo piuttosto singolare. Anche la seconda giornata ci ha regalato un record: 4.32 nell`asta di Anna Giordano Bruno del CUS Trieste (precedente 4.31 di Arianna Farfaletti Casali a Conegliano il 28-09-02). Scudetti, come previsto, a Fiamme Gialle (quinto anno consecutivo) con 206 punti tra i maschi e Fondiaria SAI con 203 punti. Tra i club lombardi restano in serie oro l`Atletica Cento Torri Pavia e l`Atletica Riccardi Milano in campo maschile e la Camelot in Campo femminile. Purtroppo retrocede in serie argento il CUS Atletica 2000 Milano. Dall`argento sale in oro tra gli uomini l`Atletica Bergamo 59. Ecco i migliori risultati dei nostri atleti lombardi:
Uomini - Abdulaye Wagne (Cento Torri PV) 2° negli 800 con 1.48.91; Pius Maluko Muli (Cento Torri PV) 2° nei 5000 in 13.44.16; Corrado Agrillo (Riccardi Milano) 3° nei 400hs con 52.18;
Donne - Oltre a Assunta Legnante (Camelot) 1a nel peso con 19.04 (nuovo record italiano) si sono distinte: Endurance Ojokolo (CUS Atl. 2000 Mi) 3a nei 100 con 11.70; Clement Bewonda Kamegny (CUS Atl. 2000 Mi) 3a nei 400 in 55.26; Docus Inzikuru (Camelot) 3a nei 5000 con 15.47.59; Deirdre Ryan (Camelot) 2a nell`alto con 1.82; Arianna Farfaletti Casali (Camelot) 2a nell`asta con 4.00. Buone prestazioni anche per le due juniores della Camelot Giulia Basoli 5a nei 3000st (11.40.19) e Sara Balduchelli 5a nei 100hs (14.18). Niente male anche le staffette della Camelot 3e le ragazze della 4x400 (Sirtoli, Russo, Marchetti e Grigore) con 3.45.38 e 4e nella 4x100 (Bossi, Balduchelli, Avogadri e Sordelli) con 46.87.
Giuliana Cassani


fidal logo
logo CONI Lombardia
1280019 G08 W01
iaafLogo

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
tel. +39.02.744786 - fax +39.02.716706 - P.IVA 01384571004 e C.F. 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano