Agosto 2019
L M M G V S D
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1


Pubblicato: Venerdì, 18 Agosto 2006

SCARPELLINI DECIMA AI MONDIALI DI PECHINO

Finale amara per la nostra Elena Scarpellini nel salto con l`asta ai Campionati Mondiali Juniores di Pechino. Dopo aver superato tranquillamente 3.80 alla prima prova, l`astista bergamasca, in una gara sicuramente difficile, non sembrava più la stessa atleta a 4.00 metri. Purtroppo sbaglia i tre tentativi e finisce al decimo posto. Peccato davvero! Pensiamo proprio che la tensione della grande occasione possa aver tirato un brutto scherzo a Elena che, indubbiamente, avrebbe potuto "giocarsi" la finale con una prestazione migliore. Gioia per la cinese Zhou Yang che vince con 4.30. Così è lo sport!
G.C.


Pubblicato: Mercoledì, 16 Agosto 2006

ELENA SCARPELLINI IN FINALE AI MONDIALI DI PECHINO

Nelle prime due giornate dei Campionati Mondiali Juniores di Pechino si sono già viste otiime prestazioni per i giovani lombardi. Elena Scarpellini si è conquistata, con una condotta di gara da professionista, la finale del salto con l`asta femminile. L`allieva dell`Atl. Bergamo 1959, allenata da Maroni e Motta, ha già dato dimostrazioni di alto livello tecnico nella sua carriera atletica: finalista ai mondiali juniores di Grosseto nel 2004, quando ancora allieva giunse 7a, e medaglia di bronzo agli europei di categoria di Kaunas nel 2005. La bergamasca ha superato 3.80 e 3.90 alla prima prova e 4.00 alla seconda, misura con cui è entrata in finale con le migliori specialiste tra le quali la campionessa uscente la tedesca Liza Ryzich. Venerdi alle ore 18 (saranno le 12 in Italia) saremo tutti pronti a tifare per Elena! Peccato per Alessandro Botti, il discobolo dell`Atl. Cento Torri di Pavia, che per pochi centimetri non è riuscito a entrare nella finale del disco. Un buon 55.40 non basta. Nell`ultimo turno della qualificazione, quando sembrava fatta, il lituano Sakinis lancia a 55.45 scalzando il nostro Alessandro. In finale poi il gigante estone Margus Hunt ottiene il nuovo primato mondiale di categoria (che aveva già ottenuto in qualificazione con 66.35) portandolo a 67.32! Bravissima anche Marta Milani (Atl. Bergamo 1959) che entra nella semifinale dei 400 dove con 54.83 giunge 6a (il suo primato stagionale è 54.49) mentre Eleonora Sirtoli (Camelot) con 55.87 è quinta in batteria e, purtroppo, la terza delle escluse dalle semifinali. Non c`era nulla da fare per Alessandro Salsi nei 3000 siepi 13° in batteria con 9.23.10, cadendo sfortunatamente a metà gara. L`atleta della P.B.M. Bovisio Masciago si è classificato 27° in totale. Anche Giulia Basoli(Camelot), nei 3000 siepi, ha lottato giungendo 14a con 11.07.62 nella sua batteria e 29a in totale. L`allieva di Giorgio Rondelli avrebbe dovuto correre in meno di 10.27 per guadagnarsi la finale, ma il suo primato personale è di 10.57.69 ottenuto agli europei di Kaunas del 2005. Purtroppo è rimasto a casa Simone Gariboldi (Atl. Valle Brembana) che avrebbe dovuto gareggiare nei 5000.
Giuliana Cassani


Pubblicato: Martedì, 15 Agosto 2006

DA GOTEBORG A PECHINO PER GUARDARE AL FUTURO

Archiviati i Campionati Europei di Goteborg l`atletica planetaria si trasferisce a Pechino per i Campionati Mondiali Juniores rassegna che vedrà in campo una promettente rappresentativa italiana composta da 36 atleti (19 uomini e 17 donne) di cui ben 12 (6+6) provenienti dai Club della nostra regione. Le gare avranno una importante copertura televisiva su RAI Satellite e saranno un test significativo per capire se la nostra atletica può guardare con fiducia al futuro. Le analisi su Goteborg ci hanno confermato le difficoltà del nostro movimento che nascono da lontano e la cui soluzione non sarà nè semplice nè immediata. Il Presidente Franco Arese ha più volte richiamato l`intero movimento ad una nuova attenzione veso il mondo della scuola : è quanto stiamo cercando di fare anche nella nostra Regione. Il prossimo autunno sarà tempo per fare i primi consuntivi e delineare tutti assieme un percorso di lavoro probabilmente difficile ma indispensabile. Per ora un affettuoso "bocca in lupo" ai nostri giovani talenti che si misureranno con il mondo intero . L`obiettivo deve essere di una Pechino 2006 quale trasferta di esperienza e successo per la Pechino Olimpica 2008.
Alessandro Castelli


Pubblicato: Venerdì, 11 Agosto 2006

QUANTI RECORD PERSONALI A TUNISI!

Il pentagonale di Tunisi si è rivelato un festival di record personali per i giovani lombardi nonostante molti atleti fossero alla prima esperienza in maglia azzurra. Ecco questo bel quadro della situazione che ci ha fornito Vincenzo Leggieri: record personali per Davide Marcandelli vincitore nell`alto con 2.12 (aveva 2.08), Matteo Clerici nel martello con 60.74 (aveva 59.46) e Paolo Pedotti con 8.41.82 nei 3000. Record, anche se ventoso, per Luca Berti Rigo con 10.64 nei 100(aveva 10.76), Sara Zanaboni nei 100hs con 14.21 (aveva 14.51) e Francesca Cortelazzo con 12.79 nel triplo (aveva 12.59). Meritano un elogio anche Davide Maggioni (200), Roberta Colombo (100), Paola Prina (1500) e Isalbet Juarez (400) che hanno comunque corso ottenendo prestazioni vicine al loro record personale. Bravissimi ragazzi e complimenti anche ai vostri tecnici e alle società che, sicuramente, vi stanno "coccolando" come si deve!
G.C.


Pubblicato: Lunedì, 07 Agosto 2006

MARCANDELLI: UN VOLO D`ORO A TUNISI

Davide Marcandelli è oro nel pentagonale juniores (mancava il Marocco)di Tunisi. L`atleta dell`Atletica Bergamo 1959 si è aggiudicato la gara dell`alto con l`ottima misura di 2.12. Buoni anche i risultati di altri tre atleti lombardi sul podio col terzo posto: Matteo Clerici(Atl. Rovellasca) nel martello con 60.74, Luca Berti Rigo (Atl. Vedano) nei 100 con 10.64 e Elena Bonfanti (Atl. Lecco Colombo Costruz.) nei 400 con 57.05. Brave le ragazze italiane che si sono classificate al secondo posto con 246,5 punti alle spalle delle Francesi (308). Terzo posto per i maschi con 218 punti dietro alle irraggiungibili Spagna (262) e Francia (255). Ai piedi del podio negli 800 il giovanissimo Mario Scapini (Pro Patria Mi) con 1.53.8 e Francesca Cortelazzo (Pro Sesto Atletica) nel triplo con 12.79. Bene anche le staffette: argento per le 4x400 femminile (3.47.43) e maschile (3.15.27) e bronzo per le ragazze della 4x100 (47.18).
Giuliana Cassani


Pubblicato: Giovedì, 03 Agosto 2006

PODIO RICCO DI PROMESSE LOMBARDE AI GIOVANILI DI RIETI

Come anticipato nell`intervista a Vincenzo Leggieri, a Rieti il bottino delle nostre promesse è stato ricco. Qualche Campione Italiano è addirittura andato a medaglia anche in una seconda specialità. E` il caso di Najibe Marco Salami primo nei 3000st e terzo nei 1500 e di Sara Fabris oro nel triplo e argento nel lungo. Anche Stefano Tobia si è "doppiato": secondo nei 100 e nei 200. Ma ecco tutti i risultati dei Campioni Italiani: 3000st-Najibe Marco Salami (Lib. Mantova-9.04.02; giavellotto-Roberto Bertolini (Nuova Atl.Astro-67.91); triplo-Sara Fabris (CUS Atl.2000-13.02); marcia km5-Martina Gabrielli (Camelot-23.10.49). Le medaglie d`argento sono: 100 e 200-Stefano Tobia (Pro Patria-10.62 e 21.50); 800-Andrea Colombo (Pro Sesto-1.52.63); 5000-Stefano Cugusi (CUS Pavia-14.23.79); lungo-Sara Fabris (CUS Atl.2000-5.88); peso-Erica Aceti (N.Atl.Varese-12.53); disco-Simona Boldrini (Camelot-42.94). Molte le medaglie di bronzo: 800-Andrea Sigismondi (Atl.Bergamo 1959-1.52.65); 1500 Najibe Marco Salami (Lib.Mantova-3.53.53); 5000-Alessandro Ruffoni (CUS Atl.2000-14.31.97); 3000st- Devis Licciardi (Atl. G.S.Miotti Arcisate-9.11.47);asta-Sascha Aurelio (Atl. Bergamo 1959-4.70);disco Fabio Vian (Atl. Riccardi Mi-49.09); martello-Giancarlo Massardi (Atl. Cento Torri Pv-59.05);5000-Sara Dossena (Camelot-16.41.62);martello-Alessandra Imbesi (Atl. Brescia 1950-51.61).
Giuliana Cassani


Pubblicato: Martedì, 01 Agosto 2006

C.d.S. Assoluto di Corsa 2006 - m.10000 su pista

Sono consultabili le graduatorie del
CdS Assoluto di Corsa 2006 - m. 10.000 su pista m/f - Classifica dopo le fasi Regionali e Interregionali + Campionato Italiano Individuale
LINK

Pubblicato: Martedì, 01 Agosto 2006

FENOMENO LOMBARDIA AI GIOVANILI DI RIETI

Il nostro Vincenzo Leggieri si è dilettato a elaborare i risultati dei Campionati Italiani Juniores e Promesse di Rieti arrivando a interessanti conclusioni. Sentiamo cosa ci racconta:
allora, il risultato della tua elaborazione delle prestazioni ottenute a Rieti è confortante?
Direi di si. Basta dare un`occhiata ai numeri. Nella categoria juniores tra le donne abbiamo avuto 8 oro, 3 argento e 4 bronzo con 36 finaliste, nelle gare maschili 7 oro, 9 argento e 3 bronzo con 38 finalisti. Nella categoria promesse le donne hanno portato a casa 4 oro,3 argento e 4 bronzo con 24 finaliste e i maschi 2 oro,6 argento e 7 bronzo con 31 finalisti. Non è cosa da poco!
Militari compresi?
Si ho tenuto conto degli atleti in forza ai gruppi militari ma di provenienza lombarda. In fondo per valutare se il nostro lavoro di reclutamento, crescita tecnica e condizionale degli atleti è valido bisogna pur tenere conto dei nostri "fiori all`occhiello". Si sa che gli atleti forti prima o poi vengono indirizzati alle società militari.
Quindi non possiamo che ritenerci soddisfatti?
Sicuramente! Gli Juniores l`hanno fatta da padroni e le Promesse ci dicono che la forza della Lombardia è superiore al 20% dell`atletica italiana. Non possiamo che continuare così!
Giuliana Cassani


Pubblicato: Lunedì, 31 Luglio 2006

PROSESTO E ATL.BG. CREBERG VINCONO IL DECACLUB

Prima edizione del Decaclub Lombardia ieri 30 luglio a Salò. In un clima atmosferico surriscaldato le ragazze biancoazzurre della ProSesto e i ragazzi rossoblu dell`Atletica Bergamo si sono aggiudicati la neoedizione del DecaClub Lombardia che sulla falsariga del DecaNazioni ha messo a confronto sulle dieci gare del decathlon gli atleti delle squadre iscritte. La classifica stilata sulla base dei migliori otto punteggi per ciascun club ha visto la ProSesto raccogliere 6367 punti contro i 6004 di Cus Milano e i 4771 di Atl Brescia mentre in campo maschile l`Atletica Bergamo con 6247 punti ha prevalso su ProSesto (5957) e Cus Milano (5392). Un plauso anche ad Atletica Brecia e Atl Rovellasca che, in campo maschile, hanno combattuto nella canicola gardesana. Tra i risultati individuali in evidenza Gaia Biella con un buon 54"68 sui 400m, Sara Bruzzese con 3.80 m nell`asta e Jamel Chatbi che si è aggiudicato i 1500m in 3.50.76 Grazie agli amici dell`Atl 10+7 di Salò che hanno organizzato il tutto in grande cordialità e con il consueto spirito di servizio verso tutti i partecipanti. Il dettaglio dei risultati è al momento disponibile sul sito "www.fidalbrescia.it".
CRL