Dalle Piste al Bob al Successo nello Street Athletics: Atchori Vince RunFast al MiCo

Pubblicato: Venerdì, 05 Aprile 2019

La seconda giornata del Milano Running Festival, “antipasto” ricchissimo (e unico al mondo della Generali Milano Marathon che domenica 7 aprile sarà anche Campionato Regionale Master di maratona, ha proposto il primo “piatto forte” per lo Street Athletics. È RunFast, il contest di sprint puro allestito da Athletic Elite e Comitato Regionale FIDAL Lombardia su un rettilineo disposto all’interno dei padiglioni MiCo. Accattivante come di consueto la formula proposta per il torneo, svoltosi sulla brevissima distanza dei 15 metri e in quest’occasione solo maschile (12 atleti al via): qualificazione contro il tempo, seconda fase con quattro gironi da tre atleti e scontri diretti, poi l’approdo dei vincitori dei quattro raggruppamenti in semifinale. Il miglior crono di qualificazione è il 2.27 di Simone Di Nunno (Atl. Riccardi Milano 1946), ma il due volte campione di RunFast deve cedere il passo ai quattro vincitori dei gironi: Alessandro Monte (Athletic Club 96 Alperia), Matteo Brivio (Pro Sesto), Alexi Atchori (Virtus Castenedolo) e Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costrizioni), che, in attesa della gara-esibizione di asta di domani sabato 6 aprile alle ore 16:30 sempre al MiCo (oggi sempre nell’asta spazio a una sessione di allenamento sotto gli occhi di Andrea Calandrina, di Daniele Bianchi e dell’advisor azzurro Andrea Giannini), si disimpegna alla grande pure nello sprint. Le semifinali si “giocano” al meglio delle due volate su tre: sia a Monte contro Cairoli sia ad Atchori contro Brivio bastano due sprint per portarsi a casa l’accesso in finale. L’atto conclusivo è in gara “secca”: dopo la “finalina” vinta da Cairoli è Alexi Atchori a mettere appieno in pista l’esplosività che in inverno l’ha portati ai Mondiali di bob (come frenatore azzurro ha disputato gli ultimi Mondiali chiudendo 18esimo nel bob a quattro a Whistler/Canada) e a prendersi il successo celebrato dallo speaker Angelo Petazzi.   Sulla nostra pagina Facebook disponibili foto e video dell’iniziativa.

BILANCIO DI MISSIONE E QUERCE – Nel pomeriggio della seconda giornata del Milano Running Festival si è svolta anche la presentazione del "Bilancio di missione 2018" della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FOTO a sinistra): sono intervenuti il presidente Alfio Giomi, il segretario generale Fabio Pagliara, il direttore tecnico Antonio La Torre e l'olimpionico Maurizio Damilano, con la presenza di alcuni atleti azzurri (tra loro anche atleti lombardi come Lorenzo Perini, Roberto Bertolini e Marta Milani), del presidente FIDAL Lombardia Gianni Mauri (che avrebbe poi svolto il ruolo di "divulgatore" dell'atletica al pubblico del Milano Running Festival raccontando personaggi e storie del nostro sport) e di altre figure federali come il vicepresidente Vincenzo Parrinello e i consiglieri Oscar Campari e Sabrina Fraccaroli.

Il presidente FIDAL Giomi ha anche consegnato le Querce al merito atletico a Franco Angelotti (III Grado), Ugo Ranzetti (III Grado), Grazia Vanni (II Grado) e, alla memoria, al compianto Franco Sar (III Grado).

IL PROGRAMMMA DI DOMANI SABATO 6 APRILE – Dalle ore 11:00 sarà protagonista il salto in alto con il fresco campione europeo indoor: Gianmarco Tamberi, brand ambassador di Bridgestone e padrino della Bridgestone School Marathon, sarà uno specialissimo coach per i giovani delle scuole che vorranno provare l'emozione di saltare sulla pedana allestita per l'occasione e incontrare Gimbo, uno dei volti-simbolo dell’atletica azzurra. Dalle ore 15:00 (un’ora circa di riscaldamento, poi sarà sfida vera) la Pole Vault Challenge, la gara-esibizione di salto con l’asta con Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e con lo specialista Matteo Cristoforo Capello (SAF Atletica Piemonte), 5.45 di personale.  

Cesare Rizzi

FOTO di Federico Micheletti: qui sotto l'arrivo della finale (Monte a sinistra, Atchori a destra), in home una fase della partenza. 

RunFast 2019 arrivo finale