Cosa Sono e Come Funzionano i Centri Tecnici Regionali: Parola al Fiduciario Sergio Previtali

Pubblicato: Domenica, 04 Novembre 2018

Tra le novità emerse nella sessione di Consiglio Regionale FIDAL Lombardia dello scorso 30 ottobre è relativa all’introduzione dei Centri Tecnici Regionali. Il fiduciario tecnico regionale Sergio Previtali (FOTO a destra) con questo intervento entra nel dettaglio dell’argomento, spiegando come funzioneranno questi “luoghi” legati a doppio nodo al Settore Tecnico FIDAL Lombardia.Sergio Previtali

Una bella novità che si aggiunge alle varie già proposte del settore tecnico lombardo è la creazione dei Centri Tecnici Regionali, un’idea per trovare “LUOGHI” che possano diventare un punto di riferimento per le specialità e per i tecnici sociali.

Trovare i  “luoghi” è un obiettivo importante soprattutto per le specialità tecniche che hanno bisogno di ambienti e attrezzature specifiche, ma anche per le prove meno tecniche che necessitano di poter ospitare gruppi di allenamento dei vari progetti tecnici.

Il Settore Tecnico Regionale è partito identificando i primi 4 CENTRI:

Bergamo                            -->           CTR degli Ostacoli

Nembro (BG)                     -->           CTR per l’Endurance

Chiari (BS)                         -->           CTR per i Salti

Mariano Comense (CO)   -->           CTR per i Lanci.

Ma ora l’importante è capire cosa sono i CTR e come si pongono all’interno della proposta del Settore Tecnico lombardo.

  • I CTR delle specialità Tecniche (ostacoli - salti -  lanci) sono il  luogo dove un tecnico della Struttura regionale è a disposizione del  singolo allenatore sociale che ne fa richiesta  per incontri periodici di allenamento comuni, in una attività collaborativa  che noi chiamiamo di “coach to coach”;  ogni Tecnico interessato contatta direttamente il coordinatore di settore e concorda con lui la possibilità e le modalità  per  accedere all’attività del CTR e/o a quella di  “Coach to Coach”.
  • Tutti i 4 CTR sono invece un luogo di riferimento per la rispettiva specialità, dove fare incontri tecnici, raduni e  clinic di allenamento collegiale pianificati.
  • Il CTR diventerà nel tempo una sorta di “casa” dove poter far crescere la specialità condividendo esperienze e competenze acquisite tra i Tecnici partecipanti.

Siamo partiti con questi primi quattro centri, ma stiamo già lavorando alla possibilità di ampliarne il numero andando ad identificare altri luoghi per poter dare spazio anche alle altre specialità, senza dimenticare che più CTR riusciremo a gestire e più diffusa territorialmente  sarà l’offerta: in una regione vasta e atleticamente densa di attività come la Lombardia non è sempre semplice arrivare vicino ai tecnici delle singole società.

I Centri Tecnici Regionali sono già operativi da subito e prevedono la possibilità di incontri settimanale e/o bisettimanali a seconda della disponibilità del CTR. Abbiamo voluto “lanciarli” proprio in questo inizio di preparazione per dare un forte segnale ai Tecnici Lombardi: il Settore Tecnico Regionale è a disposizione di chiunque voglia scegliere il “dialogo” come forma di crescita comune, e da ora oltre all’impegno personale dei singoli sono individuati anche luoghi che possano fare da riferimento a questi “dialoghi continuativi nel tempo”, i luoghi dove potersi incontrare, scambiarsi idee e allenarsi insieme.

Sergio Previtali

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
IBAN:
IT24U01005001601000000140051
Tel.: +39.02.744786 - Fax: +39.02.716706 - P.IVA: 01384571004 e C.F.: 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano