Partito il Progetto FIDAL Lombardia con Orthesys: Test per i Primi 8 Atleti

Pubblicato: Sabato, 12 Maggio 2018

La giornata di ieri venerdì 11 maggio ha ufficialmente (e praticamente) inaugurato il progetto di partnership tra il Comitato Regionale FIDAL Lombardia e Orthesys, società milanese che si occupa di analisi del movimento e servizi ortopedici. Nei laboratori di Via Antonio Bazzini a Milano otto dei 16 atleti di interesse regionale o nazionale coinvolti gratuitamente nel progetto hanno sostenuto la prima serie di test strumentali con tecnologie all’avanguardia, mirate  a valutare il ruolo della IAP (pressione intra- addominale) nella stabilità del segmento lombo-pelvico (CORE) quale fattore basilare per un movimento ottimale. La sessione si è svolta con la regia dello staff Orthesys coordinato dalla dottoressa Lorenza Flaviani e sotto l’occhio attento del fiduciario tecnico regionale Sergio Previtali, del coach Luigi Cochetti, dei tirocinanti dell’Università Statale di Milano (appartenenti al corso di laurea triennale di Tecniche Ortopediche e al corso di laurea magistrale di Scienze della Riabilitazione) e degli studenti di Ingegneria Biomedica al Politecnico di Milano guidato dal professor Carlo Frigo, responsabile del laboratorio MBMC (Movement Biomechanics and Motor Control) e dall’ingegner Veronica FarinelliOrthesys test 11 maggio 2018 gambe

Gli atleti coinvolti nella prima sessione di test (presenti assieme ai loro allenatori) sono stati i marciatori Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Pietro Zabbeni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Gabriele Gamba (Atl. Riccardi milano 1946) e Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), il mezzofondista Simone Marinoni (GA Vertovese), i lanciatori Paolo Vailati (NA Fanfulla) e Simona Previtali (Atl. Vedano) e la triplista Alessia Beretta (Atl. Vedano).

Per ogni atleta la sessione si è aperta con test funzionali di mobilità in ortostatismo e su lettino da parte di due stimati fisiatri come il dottor Franco Cosignani e il dottor Bruno Conti: tali analisi sono legate alla valutazione dell’allineamento corporeo e della flessibilità muscolare e allo studio del CORE (bilanciamento lombo-pelvico).

Poi si è passati alla fase di test strumentali, svolti con i seguenti obiettivi:

  • valutazione del bilanciamento statico e stabilometrico con pedane dinamometriche;
  • valutazione della capacità di immagazzinamento, ammortizzazione e riuso dell’energia elastica durante il salto con utilizzo di sensore inerziale (G-Walk) e pedane dinamometriche;
  • funzionalità muscolare lombo-pelvica (controllo del CORE) utilizzando il sensore inerziale ma anche il test di Flex Relaxation (attraverso il Free EMG, ovvero l’elettromiografia di superficie);
  • prevenzione delle problematiche a carico dell’articolazione del ginocchio con l’utilizzo di sensore inerziale G-Walk e Free EMG (in questo caso con il Drop-Fall EMG, test di caduta controllata);
  • analisi cinematica con valutazione posturale del movimento con G-Walk.

«Lo scopo di questi test non è relativo solo a un miglioramento della preparazione nell’ottica di una migliore performance sportiva, ma anche alla prevenzione degli infortuni» spiega la dottoressa Lorenza Flaviani.

A queste valutazioni strumentali, svolte tutte indoor, seguirà una sessione di test da svolgere su una pista di atletica sempre con l’ausilio delle tecnologie citate sopra. Nel laboratorio di Orthesys passerà poi nelle prossime settimane anche un secondo gruppo di otto atleti di interesse regionale o nazionale che potrà svolgere gratuitamente questi test.  Ricordiamo che per tutti i tesserati FIDAL è attivo un accordo con Orthesys che permette di svolgere test di valutazione a tariffe convenzionate e scontate.

Ce. Ri.   

Orthesys test 11 maggio 2018 gruppo

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
IBAN:
IT24U01005001601000000140051
Tel.: +39.02.744786 - Fax: +39.02.716706 - P.IVA: 01384571004 e C.F.: 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano