Montagna: a Pian delle Betulle Daniel Pattis e Linda Palumbo Tricolori Juniores

Pubblicato: Domenica, 20 Agosto 2017

Palcoscenico tricolore di grande bellezza per uno spettacolo di grande agonismo: è la seconda prova dei Campionati Italiani individuali di corsa in montagna (valida anche come seconda prova dei Campionati di Società) allestita oggi domenica 20 agosto dal CSC Cortenova a Margno nel suggestivo scenario di Pian delle Betulle. La mattinata di gare è iniziata con gli Juniores.

JUNIORES M (7550 metri circa) - Daniel Pattis (Suedtirol Team Club) corona un’estate di altissimo profilo con il titolo italiano: dopo aver vinto la Bolognano-Velo (prima prova tricolore) e aver conquistato la medaglia d’argento individuale sia agli Europei di Kamnik (Slovenia) sia ai Mondiali di Premana l’atleta altoatesino trionfa anche a Pian delle Betulle completando la sua fatica in 32:50. Ottima la prova di Andrea Prandi (Atl. Alta Valtellina), secondo al traguardo in 33:06: terza piazza per il rampante Riccardo Rabino (Atl. Saluzzo), già segnalato alla vigilia tra gli outsider di lusso (33:25). Il distacco dei successivi arrivati supera il minuto: quarto è Mihail Sirbu (GS Quantin, 33:54), quinto Andrea Rostan (Atl. Saluzzo, 34:04), sesto Isacco Costa (GS Quantin, 34:08). Il titolo italiano Juniores va ovviamente a Daniel Pattis, che mette assieme 80 punti, il massimo raggranellabile: grazie al terzo posto di Arco e alla piazza d’onore di oggi Andrea Prandi è d’argento con 77 punti, mentre il bronzo finisce al collo di Andrea Rostan (75 punti), già secondo ad Arco; completano la top five Mihail Sirbu quarto con 66 punti e Riccardo Rabino quinto con 65. NELLA FOTO a sinistra tratta dalla pagina Facebook Corsain Montagna i primi tre classificati della gara odierna: Pattis, Prandi e Rabino.

JUNIORES F (4400 metri circa) – L’assenza di Marta Menditto (la poliedrica portacolori dell’Atletica Alessandria vincitrice alla Bolognano-Velo ha scelto di affrontare i Mondiali di cross triathlon in Canada) è la premessa di una sfida molto equilibrata sia per il successo di giornata sia per il titolo italiano. Sul traguardo lecchese è Paola Varano (ASD Bognanco), già migliore delle azzurrine al Mondiale di Premana (nona), a imporsi in 20:13 precedendo di una manciata di secondi Linda Palumbo (Atl. Clarina Trento, 20:24), mentre terza chiude la bellunese trapiantata in Valle d’Aosta Gaia Colli (APD Pont Saint Martin, 20:55) subito davanti ad Anna Frigerio (Atl. Lecco Colombo, 21:06). Le quattro ragazze rappresentano anche l’intero quartetto azzurro della rassegna iridata e chiudono ai primi quattro posti del Campionato Italiano: il pallottoliere dà ragione a Linda Palumbo, due volte seconda nelle due prove tricolori e campionessa con 58 punti, un solo punto in più dell’argento di Paola Varano (quarta ad Arco di Trento) e due in più del bronzo di Gaia Colli (terza pure in Trentino); quarta termina Anna Frigerio con 53 punti mentre la quinta piazza a quota 50 va a Erica Bonalda (Atl. Clarina Trento). NELLA FOTO in home il podio del Campionato Italiano.

Seguirà l’articolo con le gare Assolute e l’epilogo della Mountain Classic Cup.  

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
tel. +39.02.744786 - fax +39.02.716706 - P.IVA 01384571004 e C.F. 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano