CdS Assoluti Maschili: Tanzilli e Pivotto Volano contro Eolo, in Luce Falocchi

Pubblicato: Domenica, 08 Maggio 2016

La domenica di Busto Arsizio completa il programma della prima fase regionale maschile dei Societari Assoluti: purtroppo il vento influenza pesantemente le belle gare allestite dalla Pro Patria ARC Busto Arsizio e raccontate dallo speaker Angelo Petazzi. 

Nonostante Eolo i 200 metri mostrano ottime cose: a metterci la firma è in primis Simone Tanzilli (Riccardi 1946). L’ex calciatore di Arconate, pur a fronte di un “muro” da -2.4 m/s, distrugge il PB portandolo da 21.59 a 21.14 (aveva comunque già ottenuto un 20.84 ventoso) e ottenendo la prestazione tecnica individuale migliore di giornata: dietro di lui Pietro Pivotto (Brixia) non sta certo a guardare e firma un altrettanto pregevole 21.34; in terza e quarta posizione terminano Lorenzo Perini (Aeronautica/OSA Saronno) a 21.79 e Nicolò Ceriani (CUS Pro Patria Milano) a 21.80; gli juniores Andrea Federici (Brixia) e Vladimir Aceti (Vis Nova Giussano) corrono rispettivamente in 21.96 (-2.4) e 22.19 (-2.5).

A proposito di Juniores, nell’alto Christian Falocchi (Brixia) si impone con un eccellente 2.12 e sfiora al terzo tentativo a 2.16 il minimo per i Mondiali Under 20; in seconda posizione nel concorso termina Lorenzo Biaggi (Riccardi 1946) con 2.09.

Grande spettacolo dai 5000 metri dove si incrociano il vincitore dei 1500 Yassine Rachik (Cento Torri Pavia) e il numero uno dei 3000 siepi Jamel Chatbi (Riccardi 1946, NELLA FOTO di Mario Grassi): i due si alternano al comando per rendere più sollecito il ritmo e la gara si chiude appena sopra i 14 minuti, con Chatbi primo in 14:00.60 e Rachik secondo in 14:02.47. In chiave Under 20 da segnalare il 14:44.23 di Ahmed Ouhda (Pool Alta Valseriana), quarto. Gli 800 vanno a Matteo Viscardi (Pro Sesto) in 1:51.16, solo un decimo davanti all’azzurrino Jacopo Peron (CUS Insubria, 1:51.26); terzo lo junior Gabriele Aquaro (Team A Lombardia) in 1:51.67.

Il vento rende molto complicato anche gestire i 400 ostacoli: Mario Lambrughi (Riccardi 1946) domina comunque in 51.98 davanti al compagno di colori Aramis Diaz (52.79), mentre lo junior Federico Cesati (Pro Sesto) termina in 53.74. Problemi “Opposti” invece per i lunghisti: sulla pedana bustocca si rivede Nicolò Casale (Atl. Monza) a ottimi livelli con 7.29 ventoso (+2.2) e 7.00 regolare (+1.2); 7.24 ventoso (+2.2) e 7.17 regolare (+1.4) per Luca Dell’Acqua (NA Fanfulla), 7.12 con vento legale (+1.7) per lo junior Juan Alberto Hidalgo Veras (Cento Torri Pavia). Capitolo lanci: Marco Govoni (Pro Sesto) vince il peso con un ottimo 16.20 davanti all’under 23 Paolo Vailati (NA Fanfulla, 15.41) e allo junior Simone Bruno (Pro Sesto), approdato a 14.97 con l’attrezzo degli Assoluti; il martello applaude l’acuto di Mario Baldoni (Atl. Monza) all’ultimo lancio (62.46) mentre lo junior Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo) è terzo con 56.95.

La chiusura è come sempre affidata alle 4x400: vince come da pronostico il CUS Pro Patria Milano con un 3:13.06 firmato da Raphael Binner, Marco Lo Verme, Lorenzo Vergani e Roberto Severi, sorprendono il CUS Insubria Eolo (con Stefano Magnini, Paolo Lozza, Riccardo Siniscalchi e Jacopo Peron) e la NA Fanfulla (con Edoardo Scotti, Marco Zanella, Stefano Lamaro e Riccardo Coriani) approdati rispettivamente a 3:14.59 e 3:14.79.

Ce. Ri.

 

LA TOP TEN INDIVIDUALE DI GIORNATA

  1. 972 punti: Simone Tanzilli 14/200
  2. 965 punti: Jamel Chatbi 14:00.60/5000
  3. 960 punti: Yassine Rachik 14:02.47/5000
  4. 947 punti: Mario Lambrughi 51.98/400 ostacoli
  5. 947 punti: Pietro Pivotto 21.32/200
  6. 930 punti: Christian Falocchi 2.12/alto
  7. 929 punti: Mario Baldoni 62.46/martello
  8. 923 punti: Nicolò Casale 7.29w/lungo
  9. 922 punti: Marco Govoni 16.20/peso
  10. 914 punti: Aramis Diaz   52.79/400 ostacoli
  11. 914 punti: Luca Dell’Acqua 7.24w/lungo

 

 

LA TOP FIVE INDIVIDUALE DELLA PRIMA FASE MASCHILE

  1. 1070 punti: Roberto Bertolini  77.50/giavellotto
  2. 1020 punti: Jamel Chatbi 8:40.32/3000 siepi
  3. 992 punti: Lorenzo Perini  13.99w/110 ostacoli
  4. 982 punti: Carlo Giuseppe Redaelli  140.09w/110 ostacoli
  5. 972 punti: Simone Tanzilli  21.14/200