Regionali di Multiple: MPI Allievi di Marco Leone nel Decathlon (6528 Punti)

Pubblicato: Domenica, 26 Aprile 2015

Cade dopo soli sette giorni la MPI Allievi di decathlon di Michele Brini: accade ai campionati regionali di prove multiple organizzati dalla Pro Patria ARC Busto Arsizio, dove Marco Leone, alfiere dell'Atletica Lecco Colombo, porta il limite da 6336 a 6528 punti centrando anche il minimo per i Mondiali U18 di Cali.
L'atleta allenato da Stefano Longoni (per l'asta é seguito da Nicolò Rumi), già campione d'Italia Allievi nel pentathlon indoor, nella due giorni bustocca migliora sette personali in 10 gare nonostante la pioggia e una temperatura mai ideale per l’atletica in pista: 12.06/100 (PB), 6.32/lungo (PB), 12.68/peso, 1.86/alto (PB), 53.33/400 (PB), 15.45/110 ostacoli (PB), 39.39/disco (PB), 4.00/asta, 49.28/giavellotto, 4:54.20/1500 (PB). Leone (NELLA FOTO) è il migliore del lotto in nove specialità su 10: l’unica eccezione è relativa ai 1500. Per la Lecco Colombo è doppietta nel campionato lombardo Allievi: secondo è infatti Andrea Monti con 5016 punti; bronzo a Edoardo Carucci (Cairatese) con 4828.

Nel decathlon Assoluto Simone Cairoli (Lecco Colombo) si ferma nei 110 ostacoli e rinuncia al 1500 conclusivo in ottica Multistars: il titolo va così a Gianluca Simionato (NA Fanfulla), d’oro con 6864 punti. Il raccolto, di buon livello viste le condizioni atmosferiche, proviene da singole prove da 11.72 sui 100, 6.63 nel lungo, 13.07 nel peso, 1.98 nell’alto, 53.27 nei 400, 15.96 nei 110 ostacoli, 41.37 nel disco, 4.10 nell’asta, 48.34 nel giavellotto e 4:42.51 nei 1500. Dopo una serie infinita di guai fisici l’argento va al redivivo Paolo Mottadelli (Cento Torri Pavia) con 6390 punti (parziali da 11.53 sui 100, 6.63 nel lungo, 14.17 nel peso, 1.71 nell’alto, 53.26 nei 400, 15.47 nei 110 ostacoli, 38.83 nel disco, 4.00 nell’asta, 44.22 nel giavellotto e 5:30.01 nei 1500). Terzo posto per Luca Lazzini (Team A Lombardia), che con 5718 punti vince anche il titolo Promesse su Corrado Valli (Atl. Lecco Colombo, 5524). Finale serratissimo per il decathlon Juniores, con Marco Zambon (OSA Saronno) che, dopo l’uscita di scena di Valentino Arrigoni (NA Astro) e Nicolas Pascucci (Team A Lombardia), resiste al ritorno del compagno di colori Riccardo Bernasconi nei 1500 e lo precede di soli sei punti: 5299 contro 5293. Bronzo per Umberto Tettamanzi (Atl. Monza) con 5198.

Al femminile due le donne-copertina. In primis c’è Federica Palumbo (US Sangiorgese), che correda l’ottimo stato di forma con 5109 punti di eptathlon, oltre 400 in più del proprio precedente limite. I parziali da 14.98 sui 100 ostacoli, 1.62 nell’alto, 10.37 nel peso, 26.18 sui 200 (PB), 5.43 nel lungo, 40.42 nel giavellotto (PB) e 2:20.52 sugli 800 (PB) le fruttano due titoli, quello Assoluto e quello Promesse. Nella sfida Assoluta Palumbo piega la resistenza di una coriacea Sara Bianchi Bazzi (Atl. Lecco Colombo), argento con 4830, a 116 dal PB datato 2011; terza piazza per Serena Moretti (NA Fanfulla), approdata anche con 4125 punti al titolo di campionessa lombarda Juniores. Completare il podio Under 20 è affare da esperti di regolamenti. Sophie Bindiku (Team A Lombardia) e Giulia Maria Porro (OSA Saronno) chiudono con 3984 punti a testa: secondo il Regolamento Tecnico Internazionale (regola 200.12) a prevalere dev’essere l’atleta che ha ottenuto una prestazione superiore a quella dell’avversaria nel maggior numero di gare, ma Bindiku e Porro chiudono i sette confronti sul 3-3 (con un ex-aequo nell’alto); per dirimere la parità si passa quindi al maggior punteggio ottenuto in una singola specialità che premia Porro grazie ai 700 punti nei 100 ostacoli (per Bindiku il top è rappresentato dai 643 nei 200). Più semplice delineare il podio promesse alle spalle di Palumbo: seconda Giulia Boerchi (NA Varese) con 3543, terza Tecla Lucchina (NA Varese) con 3446.

L’altra atleta in luce è Sofia Montagna, in grado di primeggiare tra le Allieve con 4688 punti (il minimo iridato Under 18 è 4900), bottino decisamente interessante per un’atleta che ha compiuto 15 anni lunedì scorso e che era al debutto nell’eptathlon. Per la rossa portacolori dell’Ilpra Vigevano arrivano parziali da 15.00/100 ostacoli, 1.59/alto, 11.73/peso, 26.01/200, 5.22/lungo, 29.79/giavellotto e 2:38.53/800. Per il club vigevanese arriva la doppietta grazie ai 4380 punti di Sofia Ronchetti, mentre il tris sfuma alla luce del sorpasso negli 800 conclusivi di Rebecca Gennari (NA Varese) su Martina Ronchetti 4290 a 4212.

La due giorni di Busto Arsizio valeva anche come prima prova dei Societari di specialità: tra gli Allievi i nostri avamposti sono rappresentati (come prevedibile) dall’Atletica Lecco Colombo maschile e dall’Ilpra Vigevano femminile; a livello Assoluto migliori punteggi lombardi per la NA Varese femminile (con ben quattro atlete schierate) e la NA Fanfulla campione uscente al maschile (con due soli decatleti a completare la prova multipla, Simionato e Mattia Guzzi).

Ce. Ri.