Memorial Marco Rotta: Tecuceanu a 1:47.72 negli 800, Sorelle Troiani al Fotofinish nei 400

Pubblicato: Martedì, 01 Settembre 2020

Grande partecipazione (nel pieno rispetto delle norme anti Covid) e ottimi risultati tecnici per la decima edizione del Memorial Marco Rotta, competizione regionale dedicata alla memoria del figlio di Adolfo Rotta, presidente della Pro Sesto. Si gareggia a Brugherio (Monza Brianza) e non a Cernusco sul Naviglio (Milano) per i lavori di ristrutturazione dell’impianto cernuschese: in una serata ideale per il mezzofondo veloce spicca il gran successo negli 800 metri di Catalin Tecuceanu (Silca Ultralite Vittorio Veneto), 20enne di origini romene che da 14 anni vive a Trebaseleghe (Padova) e che a Brugherio si impone in 1:47.72, secondo crono di sempre a 23/100 dal PB siglato un anno fa a Trieste. Corre decisamente forte anche David Nikolli (Cento Torri Pavia), che giunge secondo in 1:48.56, a soli 2/100 dal PB siglato un anno fa al Palio della Quercia di Rovereto (Trento). Al terzo posto c’è il veterano Mor Seck (Athletic Club 96 Alperia) in 1:50.33, che precede l’under 23 Pietro Arese (SAF Atletica Piemonte) al PB in 1:51.82, mentre completano la prima serie lo junior Marco Aondio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), al personale in 1:53.19, e Alessandro Scalvini (Atl. Rodengo Saiano Mico), che sfiora il proprio limite con 1:53.59. Di qualità pure la seconda serie, vinta da Jacopo Peron (Varese Atletica), che demolisce lo stagionale con 1:51.75: Francesco Alliegro (FreeZone) è secondo con 1:52.97 (PB), gli juniores Andrea Sambruna (Cento Torri Pavia) e Filippo Squassina (FreeZone) siglano rispettivamente 1:53.77 e 1:54.01 (PB). Il tricolore Assoluto 2018 Enrico Brazzale (Atl. Vicentina), in gara nella 16esima e ultima serie, conclude una sorta di “cronometro individuale” in un 1:52.38 che vale il sesto posto finale.Memorial Rotta 2020 podio 400 F

Di valore anche l’800 femminile, con Micol Majori che trionfa per sé e per la sua Pro Sesto Atletica ricordando una volta di più il suo tecnico Vincenzo Leggieri, scomparso lo scorso 13 agosto e ricordato anche da una cerimonia tutta colorata di biancazzurro prima dell’inizio del meeting (NELLA FOTO FIDAL Milano in basso): la campionessa italiana Promesse dei 3000 metri indoor vince la prima serie sfiorando il PB (2:11.44) con 2:11.61 sull’altra under 23 Laura Pellicoro (Bracco) a 2:12.53, su Ilaria Luzzana (GA Vertovese) a 2:13.74 e sulla junior Alice Narciso (Pro Sesto) a 2:13.87. Dall’ultima serie (la nona) sale fino al podio Silvia Oggioni (Pro Sesto): la specialista dei 3000 metri con siepi corre in 2:13.60, frantumando un PB (2:16.08) che resisteva dal 2014. Circoletto rosso pure sulla quarta serie, che (oltre al 2:23.91 dell’ex tricolore Assoluta indoor Mara Cerini, classe 1971, in gara per l’Atletica Ambrosiana) annovera pure il 2:31.90 di Barbara Martinelli (Unione Sportiva San Vittore Olona), nuova Migliore Prestazione Italiana SF55 (battuto il 2:32.07 di Waltraud Egger nel 2007).

Grandi emozioni nei 400 metri donne. Quarantotto ore dopo l’argento a un soffio dal titolo nella 4x400 dei Campionati Italiani Assoluti con il CUS Pro Patria Milano le sorelle Alexandra e Serena Troiani si sfidano sul giro di pista individuale: la tenzone si chiude al fotofinish con i millesimi a separare le due atlete. Vince Alexandra con 54.53 ma Serena con il medesimo crono avvicina sensibilmente il PB.  Terza posizione e altra discesa sotto i 57 secondi per Marta Pileggi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con 56.96, mentre quarta è l’ottocentista junior Sophia Favalli (FreeZone) con 57.57 (NELLA FOTO a destra la premiazione: sul podio anche Charlotte Sana/Geas, miglior allieva con 59.48).  Bakary Pozzi Dandio (CUS Pro Patria Milano) si conferma in grande forma: con 47.82 si prende il giro di pista maschile con il secondo crono in carriera. Davide Marelli (GS Bernatese), a due giorni dalla finale tricolore dei 200, è secondo in 48.19 mentre Michele Falappi (Atl. Chiari 1964 Libertas) si piazza terza con 48.39. Mattia Cella (Pro Sesto) dalla corsia uno chiude in quarta posizione la prima serie con 49.61: sarà superato dall’allievo tricolore indoor di categoria degli 800 Francesco Pernici (FreeZone) con 49.60 (PB) nella seconda serie e dal 49.51 (PB)  dell’ottocentista Giovanni Crotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) in gara nell’ultima serie.  

A completare il programma tecnico anche il salto il lungo, altra specialità prediletta da Marco Rotta (scomparso 10 anni fa dopo una lunga battaglia contro un male incurabile).   La gara maschile, controvento, viene risolta dal 6.66 (-1.9) dell’allievo Lorenzo Cagliero (Atl. Riccardi Milano 1946) davanti al 6.58 (-1.4) di Giulio Panara (Pro Sesto). Eolo si addolcisce per la prova femminile ed Eleonora Alberti (NA Varese) atterra sul PB: 5.82 (+0.2), a migliorare di due centimetri il precedente limite. Primati personali anche per le due ragazze che si piazzano al secondo e al terzo posto: il 5.56 (+0.3) di Alessia Boroni (Unione Atl. Valtrompia) vale un upgrade di 10 centimetri; un medesimo 5.56 (stavolta con vento a +0.4) per la junior Giorgia Dizdari (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) è invece il nuovo PB outdoor.

Cesare Rizzi

Ciao Vinc striscione

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
IBAN:
IT24U01005001601000000140051
Tel.: +39.02.744786 - Fax: +39.02.716706 - P.IVA: 01384571004 e C.F.: 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano