Pista Fuori Regione: l’Astista Falcone a 4.20 (11ª All Time) in Svizzera, i Lombardi Top a Trieste

Pubblicato: Lunedì, 03 Agosto 2020

Risultati importanti per l’atletica lombarda sabato 1° agosto. Partiamo dal salto con l’asta e dal meeting di Frauenkappelen, in Svizzera: grande protagonista è Bianca Falcone, specialista del CUS Pro Patria Milano nata sportivamente nei tuffi e più volte a medaglie nei Campionati Italiani Juniores e Promesse. L’allieva di Andrea Calandrina, all’interno del progetto Track&Field Academy, supera quota 4.20 classificandosi terza nella gara elvetica: per Bianca si tratta di un rilevante upgrade del primato personale, che prima di sabato era rappresentato dal 4.10 valicato l’8 settembre 2019 a Mariano Comense (Como), a portarla all’11esima posizione delle graduatorie italiane Assolute all time al pari di Maria Carla Bresciani, Tatiane Carne, Annalisa Meacci, Giulia Cargnelli e Francesca Boccia. Quinta posizione per l’under 23 Claudia Ricci: la portacolori dell’OSA Saronno Libertas supera quota 4.00 pareggiando il PB siglato lo scorso 4 luglio ancora in Svizzera, a Emmenbruecke. RISULTATI

TRIESTE - Marcell Jacobs corre i 100 metri in 10.10 a Trieste, con vento regolare di +1.6, stesso crono dello scorso anno sulla pista del Grezar e un centesimo meglio dello svizzero Silvan Wicki che fin qui era leader continentale. Lo sprinter azzurro delle Fiamme Oro al 13° Triveneto Meeting si accende sul lanciato e precede la concorrenza internazionale rappresentata dal ghanese Sean Safo-Antwi (10.25) e dall’olandese Joris Van Gool (10.27). Una bella conferma anche per Andrea Federici (Biotekna Marcon) in grado di correre in 10.36, a un centesimo dal PB, dopo il 10.43 (+1.0) della batteria. Serena Troiani Bergamo2017Nella gara femminile Chiara Melon (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) corre in un buon 11.64 (+0.6) in batteria e poi è quarta in finale con 11.74 (+0.1).

Nei 100 ostacoli donne è ancora sotto i tredici secondi Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro): il 12.91 di Trieste con poca brezza alle spalle (+0.7) è il primato stagionale per la 25enne ligure, due centesimi in meno del tempo di Rieti del 4 luglio. Le resta vicina, ma qualcosa in meno rispetto a Savona, l’altra azzurra Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) che comunque torna a migliorarsi dopo due anni con il crono di 13.06 e soprattutto sigla la migliore prestazione italiana under 23 che resisteva dal 1988 (Carla Tuzzi, 13.08) e diventa l’ottava italiana di sempre. In casa sua: lei che a Trieste è nata e cresciuta. Firma un progresso anche Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano) capace di 13.23 per migliorare di ben 11/100 il 13,34 corso il 4 luglio a Rieti, ed è abbonata al 13.24 (terza volta di fila) Giada Carmassi (Brugnera Friulintagli) per eguagliare il proprio limite. Al maschile, nei 110 ostacoli, un bell’avvio per Paolo Dal Molin (Fiamme Oro) che, da partente nato, scatta più rapido di Andrew Pozzi: il britannico però si distende nella seconda parte e nonostante l’impatto con gli ultimi due ostacoli timbra il successo in 13.36 (+1.4) a sei centesimi dalla migliore prestazione mondiale dell’anno che gli appartiene dal meeting di Savona. Dal Molin lo segue con 13.65, il tempo più rapido del 2020 in Italia, meglio del 13.73 di Lorenzo Perini (Aeronautica) e del 13.74 di Hassane Fofana (Fiamme Oro). Il trio azzurro regola il sudafricano Antonio Alkana (13.79) e attenzione allo junior Lorenzo Simonelli che con il primato personale di 14.18 entra nella top ten italiana U20 di sempre (con gli ostacoli da 106 centimetri) al nono posto delle liste. Nell’alto donne Teresa Maria Rossi (Geas) dopo l’exploit di Savona torna oltre 1.80 (1.81) per prendersi il terzo posto; 15.13 (+1.2) per Dominique Rovetta (CUS Pro Patria Milano) nel triplo.

È una giornata da ricordare per le gemelle Troiani, tutte tesserate per il CUS Pro Patria Milano. Nei 400 Virginia Troiani con il quarto posto timbra 53.29, avvicinando così il personale centrato cinque settimane prima a Milano: Alexandra Troiani è quinta nella scia della sorella e con 53.99 torna sotto i 54 secondi a oltre tre anni (14 luglio 2017) dall’ultima volta; Serena Troiani vince la serie completamente azzurra degli 800 metri e con 2:04.27 abbassa di quasi due secondi (aveva 2:05.93) il primato personale. Parlando sempre di 400 metri da annoverare anche il 54.64 di Marta Milani (CS Esercito) e il 54.72 di Federica Putti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) per vincere la serie “minore” a un solo centesimo dal personale assoluto. Nei 400 metri maschili sonante vittoria di Edoardo Scotti, lodigiano del CS Carabinieri, in 45,85, a 1/100 dal personale: Mattia Casarico (CUS Pro Patria Milano), quinto con 47.04, non correva così forte dal 5 luglio 2018. RISULTATI

Cesare Rizzi (ha collaborato Nazareno Orlandi)

FOTO in alto e qui sotto: Bianca Falcone con coach Calandrina e in fase di valicamento dell'asticella. FOTO a destra: Serena Troiani. 

Bianca Falcone valicamento