Trofeo Vanoni, una Gara Donne a Tinte Iridate: Trionfa Murigi su McCormack, 5ª Gaia Colli

Pubblicato: Domenica, 27 Ottobre 2019

Trofeo Vanoni 2019 F fotoGanassa LucyMurigiGara ricca di stelle e di contenuti agonistici la 36esima edizione del Trofeo Ezio Vanoni femminile. La prova individuale organizzata oggi domenica 27 ottobre dal Gs CSI Morbegno si regala ben 112 atlete al via e regala al pubblico emozioni a non finire. In testa alla corsa si piazza subito la favoritissima Lucy Murigi (Run2gether), alla quale si agganciano, senza grandi timori reverenziali, l’irlandese Sarah McCormack e la francese Elise Poncet. In cima al dosso scollinano tutte nell’ordine con un distacco risicato. Discesa a tutta, ma al mitico “salto” la keniana arriva “lunga”, frena all’ultimo e si sbilancia, forse è proprio lì che perde i pochi preziosi secondi che non le permetteranno di rubare il record ad Emmie Collinge. Il primo posto però non vacilla: la campionessa del mondo in carica (suo pure il titolo mondiale 2017 nelle distanze classiche a Premana/LC) continua la sua marcia trionfale e taglia il traguardo dopo 21:16, a soli 3 secondi dal 21:13 del primato di Collinge. Alle sue spalle McCormack (Snowdon Race Team) si porta a casa la seconda piazza in 21:23, precedendo di 5 secondi la francese Elise Poncet. Poi è il vuoto, con Anais Sabrie (Francia/22:12) e la lieta novella azzurra Gaia Colli (Atl. Valle Brembana, migliore italiana con 22:17) a chiudere la top five. La vincitrice dello scorso anno Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina) è sesta in 22:30, seguita dalla ceca Pavla Schorna (22:53), dalla scozzese Adkin Scout (23:04), dalla bravissima Alice Gaggi (La Recastello Radici Group/23:13) al rientro al Vanoni dopo la maternità e dall’inglese Kelli Roberts (Snowdon Race Team/23:19). Le under 20 Elisa Pastorelli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e Katia Nana (Pol. Albosaggia) sono rispettivamente 15esima (24:24) e 17esima (24:35). Le prime 3 racchiuse in 12 secondi la dicono lunga sul livello della gara, così come 7 straniere nella top ten. Un Vanoni femminile dal tasso tecnico alto come non mai, a rappresentare significativo banco di prova prima del Mondiale di venerdì 15 novembre a Villa La Angostura (Argentina). “Il salto mi ha preso un po’ alla sprovvista - dice Murigi -, peccato non aver fatto il record, ma è stata comunque una bellissima gara”.

MINIVANONI – Nel 42° Minivanoni i “diavoli rossi” del Gs CSI Morbegno hanno mobilitato tutto il proprio settore giovanile per vincere per la terza volta consecutiva la Targa Monsignor Danieli-Battaglion Morbegno e portarsi a casa definitivamente l’ambito premio messo in palio dal gruppo Alpini di Morbegno.

Percorso cittadino per i più piccoli, decisamente più impegnativo per Cadetti e Allievi che affrontano il primo tratto della via Priula sognando i campioni che vi passeranno dopo di loro nella main race. A rompere gli indugi gli Esordienti 10 anni sul classico “triangolo” morbegnese. Nel femminile Tabatha Spini (GP Talamona) si porta a casa l’ennesimo successo precedendo Denise Mascheri (CS Cortenova) e Ilaria Bulanti (Pol. Albosaggia). Nei maschi un altro habitué al gradino più alto del podio, Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia), che però deve sudare per tenere dietro Francesco Gianola (Premana) e Gabriele Scaramella (GP Valchiavenna). Tra i Ragazzi vittoria per Daniele Ciaponi (GP Talamona). Anche nelle Ragazze gara combattuta con Melissa Bertolina (Atl. Alta Valtellina) che precede Francesca Tirinzoni (GP Talamona) e Noemi Gini (GP Valchiavenna). Per le Cadette sono quasi 2 km di gara e una bella sfida tra la campionessa regionale di corsa in montagna Alina Scottoni (GS Valgerola) e la scalatrice Rossella Ghilotti (Atl. Alta Valtellina). La spunta quest’ultima con un vantaggio di 4 secondi ed il podio completato da Letizia Maiolani (US Bormiese). Nei Cadetti il talento di Fabio Rinaldi (Atl. Vallecamonica) non lascia scampo ai portacolori del GS CSI Morbegno Francesco Bongio e Federico Bongio: i locali scollinano per primi, ma il camuno in discesa non perdona e precede sul traguardo i diavoli rossi. Nelle Allieve è sfida tra tre valli che storicamente sono protagoniste della corsa in montagna: Valtellina, Vallecamonica e Valle Brembana. Vince Silvia Berra (Pol. Albosaggia) 2 secondi davanti a Paola Poli (Atl. Vallecamonica), con Chiara Begnis (Atl. Valle Brembana) più distaccata.

A chiudere la gara Allievi, 2465 metri per loro: il vicecampione italiano Matteo Bardea (AS Lanzada) si impone su Marco Salvadori (Atl. Vallecamonica) e Tommaso Colombini (Pol. Albosaggia). Nella classifica di società festa grande per i padroni di casa che con 1206 punti vincono seguiti da AS Premana (1011 punti) e GS GS Valgerola (896 punti).

Cristina Speziale

FOTO Ganassa: in home la partenza della gara femminile, in alto l'arrivo di Lucy Murigi.

FOTO Meneghello: qui sotto una scena del Minivanoni.

Seguirà la news sulla gara maschile a staffetta.

Trofeo Vanoni.2019 Minivanoni

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
IBAN:
IT24U01005001601000000140051
Tel.: +39.02.744786 - Fax: +39.02.716706 - P.IVA: 01384571004 e C.F.: 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano