Montagna a Chiavenna: al Trofeo Marmitte dei Giganti Vincono Ciappini e il GS Quantin

Pubblicato: Lunedì, 09 Settembre 2019

Nomi “azzurri” in vetta alla 38esima edizione del Trofeo Marmitte dei Giganti, gara di corsa in montagna dedicata alle categorie Assoluti e Master maschili e femminili in scena a Chiavenna (SO) domenica 8 settembre 2019. La pioggia caduta in mattinata non ha rovinato la giornata e, al via delle gare, alle ore 14.00, grazie a qualche occhiata di sole, gli atleti e le atlete hanno trovato percorsi ben preparati, puliti e segnalati, non troppo bagnati e, quindi, ben percorribili. Dispiace, purtroppo, vedere una partecipazione numerica limitata, soprattutto perché, tutti i partecipanti, ancora una volta, hanno espresso giudizi estremamente positivi, per la bellezza dei percorsi e per la gara stessa, tra l'altro sempre molto ben premiata.

Prime a partire, alle ore 14.00, le categorie femminili. Via e subito, a condurre, le favorite principali, Roberta Ciappini, vincitrice dell’edizione 2018, Alice Gaggi, 32 anni compiuti proprio il giorno della gara, vincitrice di più edizioni delle marmitte (cosa che gli vale, sicuramente, il titolo di “regina delle Marmitte”) e la giovane Cristina Molteni. Prima a passare sotto lo striscione di arrivo, in località Pratogiano, nei pressi dei Crotti “festeggiati”, nel fine settimana,  con lo svolgimento della 60.a edizione della Sagra dei Crotti, proprio Roberta Ciappini. Per l’atleta valtellinese, tesserata per la società bergamasca La Recastello Radici Group, una bella conferma della vittoria 2018, con una gara chiusa con il tempo di 25’10’’, precedendo, di 48 secondi, la compagna di squadra (e anche essa valtellinese), Alice Gaggi, atleta da poco rientrata alle gare, dopo essere diventata mamma. Al terzo posto, bellissimo risultato visto anche il ridotto distacco da Alice Gaggi pari a soli 13 secondi, per la giovane promessa del GP Valchiavenna, Cristina Molteni. Al quarto posto Sara Asparini (GS CSI Morbegno) e, a chiudere il quintetto delle prime, ancora una giovane atleta del GP Valchiavenna, Eleonora Fascendini.

La prova maschile si è disputata con la formula della staffetta.  Grande prima frazione per Tommaso Caneva del Gruppo Podistico Talamona e per Massimo Triulzi del Gruppo Podistico Valchiavenna, capaci di chiudere in testa, con distacco, tra loro, pari a soli due secondi, il “primo” giro. Terzo, al termine della prima frazione Marco Leoni, del GS CSI Morbegno, atleta che, nel 2017 e nel 2018, era stato autore del migliore risultato individuale. Quarto posto, al primo cambio, per Diego Rossi, promessa (come categoria e anche come “speranza”) del GP Santi Nuova Olonio.   Quinto posto per Isacco Costa, giovane (nato nel 1999) del GS Quantin-Alpenplus, società della provincia di Belluno. Cambio al compagno di squadra, Eris Costa, atleta della categoria Master 35, già nazionale di corsa in montagna e, alle Marmitte, già vincitore nel 2011, quando militava nelle fila della Recastello. Giornata no, invece, per Francesco Della Torre, primo componente della Recastello Radici Group: al traguardo in ottava posizione Della Torre passava il testimone al compagno di squadra, Fabio Ruga, che subito si lanciava, cercando di recuperare l’importante ritardo. Ma la seconda parte di gara vedeva, soprattutto, il grande recupero di Eris Costa, che progressivamente andava a recuperare tutti quelli che erano partiti davanti a lui, per tagliare il traguardo, da vincitore, con il tempo personale di 30:23, miglior risultato individuale di giornata. Alle sue spalle non mollava l’atleta del GP Valchiavenna, Fabrizio Triulzi, grande esperto delle “Marmitte”: per lui e per la società di casa c’è la seconda posizione. Terza posizione, all’arrivo, per il GS CSI Morbegno, con staffetta composta da Marco Leoni e Giovanni Tacchini, seguiti, al quarto posto, dal GP Santi Nuova Olonio (Diego Rossi e Carlo Barilani) e, al quinto, dalla Recastello Radici Group.

Per quanto riguarda le migliori prestazioni individuali, già detto del miglior tempo di Eris Costa, 30'23'', da segnalare il secondo e il terzo miglior tempo individuale per i due che, allo “sprint”, avevano chiuso in testa la prima frazione, Tommaso Caneva (GP Talamona, 30:53) e  Massimo Triulzi (GP Valchiavenna, 30:55).

Quarto tempo individuale per Fabio Ruga, più volte, in passato, autore delle migliori prestazioni, atleta che, quest'anno, si è specializzato anche sulle lunghe distanze, con risultati che gli sono valsi la convocazione in nazionale. Per Fabio buon tempo di 30:56, che ha permesso, alla sua staffetta, di recuperare varie posizioni ma che non è stato sufficiente per ripetere la vittoria dello scorso anno

Dal GP Valchiavenna un ringraziamento a tutti presenti, pubblico e atleti e, tra questi ultimi, in particolare, a Costante Ciaponi, atleta classe 1944, e a Marco Freddi, atleta del CA Lizzoli che non ha mai perso un’edizione e che, quindi, ha partecipato, per la 38esima volta (su 38 edizioni) al Trofeo Marmitte dei Giganti. Prossimo appuntamento organizzativo, per il GP Valchiavenna,  il “Miglio della Brisaola, gara che fa parte circuito regionale “Club del Miglio”, che si disputerà sabato 5 ottobre 2019 sulla bella pista azzurro blu di Chiavenna che, negli ultimi tempi, durante il periodo estivo, accoglie anche campioni di livello mondiale che vi svolgono varie sessioni di allenamento.

(foto e testo da comunicato organizzatori)