Montagna, Incombe il Grande Weekend d Malonno: Sabato Vertical, Domenica FlettaTrail

Pubblicato: Mercoledì, 31 Luglio 2019

Il Memorial Bianchi, la grande classica camuna del Mountain Running, scrive 56 sull’albo d’oro. Tra sabato 3 e domenica 4 agosto sono attesi a Malonno (BS) campioni, appassionati e tanti tifosi per uno spettacolo che sarà ancora entusiasmante: tra i “big” il campione d’Europa Jacob Adkin andrà a caccia dello scettro di Puppi sul vertical; nel FlettaTrail scontro tra gli scozzesi Douglas e Simpson che andranno a caccia di Cesare Maestri; rivincita Sortini-McCormack al femminile, dopo le scintille in Galles. Il PizTriVertikal di sabato 3 agosto varrà come quarta prova della Vertical Cup, il FlettaTrail come terza tappa della Mountain Classic Cup: entrambe le gare rientrano nell'Eolo FIDAL Mountain Running&Trail Grand Prix

Il format ormai consolidato dall’Unione Sportiva Malonno proporrà al sabato i 1000 metri di dislivello per raggiungere la Malga Campèl alle pendici del monte Piz-Tri nella sfida verticale  e  domenica celebrerà l’evento principe: l’internazionale FlettaTrail, sul tracciato da 21 km e 1100 metri di dislivello positivo che ricama il versante solito del “Paese della Corsa in Montagna”.

PizTriVERTIKAL - Jacob Adkin cala su Malonno per andare alla ricerca di una vittoria di blasone che confermi le gemme già incastonate in questa magica edizione: il Vertical di Chamonix prima, l’Europeo di Zermatt poi. Il talento scozzese del Keswick AC-Salomon UK è l’uomo da battere in un vertical giunto alla sua quinta edizione e famoso per il suo tratto finale che espone gli atleti al lungo e ripido pratone. Chance di record molto concrete vista la concorrenza: si parte dai keniani Tim Kirui e Francis Maina al trentino Patrick Facchini, poi ancora Andrea Rostan, Fabio Bazzana, l’americano Sam Sahli e l’eritreo Filimon Abraham. Super osservato speciale il valdostano Henri Aymonod, così come il cadorino Luca Cagnati. Ma non è finita: ci sarà il neo campione d’Europa anche della categoria Junior, il britannico Joseph Dugdale, il ruandese Primien Manifrasha e la pattuglia inglese composta da Billy Cartwirght, Alex Pilcher, Daniel Haworth ed Harry Holmes.

Al femminile grande favorita Valentina Belotti, qui vincente in due occasioni ed attualmente in grande forma come testimoniato dalla recente vittoria ai Campionati Italiani Assoluti nella prova di sola salita. Una salita che già aveva interpretato alla perfezione a maggio vincendo al Nasego il titolo assoluto di Vertical e che ha saputo riprendere dopo l’ennesimo infortunio, difendendo con onore la maglia azzurra a Zermatt. Contro la 39enne camuna un nutrito gruppo di avversarie di livello, a partire dalla ruandese Primitive Nyryiora, la campionessa neozelandese Sabrina Grogan, l’irlandese Sarah McCormack e la slovena Mojca Koligar. Ma la grande curiosità ed attesa del pubblico è soprattutto per la giovane e talentuosa Alessia Scaini, che al suo primo anno da promessa sta già facendo vedere grandissime cose. La britannica Sophie Noon, la toscana Samantha Galassi e la scozzese Louise Mercer e la padrona di casa Corinna Ghirardi chiudono un parterre élite ancora una volta di livello importante.

FlettaTRAIL - Italia a forte rischio, la concorrenza internazionale sarà di livello degno del 2016. Due favoriti sono scozzesi: Robbie Simpson, un atleta che negli ultimi anno ha davvero inanellato prestazioni tra grandi classiche di montagna e maratone da rimanere basiti, e il leader attuale della World Cup Andy Douglas, anche lui scozzese, anche lui in stato di grazia con le vittorie a ripetizione che sono iniziate proprio in Italia, con la Nasego. Ci sono poi Robert Surum, che punta tutto sulla gara di domenica a Malonno, e l’altro keniano Tim Kirui. Africa ben rappresentata con il ruandese Manifrasha e l’eritreo Abraham. Il detentore del titolo 2018 Cesare Maestri non ha intenzione di abdicare e si porterà in battaglia Alberto Vender, Luca Cagnati, Marco Zanoni e soprattutto un Martin Dematteis estremamente motivato.

Tra le donne dopo lo show offerto ai tifosi in occasione della recente Snowdon Race tornano ad incrociare i guantoni al centro del ring di Malonno Elisa Sortini e Sarah McCormack, due atlete dallo stile di corsa spettacolare che sanno infiammare il pubblico. Tra di loro proveranno a mettersi in tante, su tutte la ruandese Primitive Nyryiora che potrebbe essere la vera mina vagante. I tifosi aspettano e sognano con la gallese Heidi Davies, lo scorso anno sul podio e figlia adottiva di Malonno dove la gente impazzisce per lei. Un inverno difficile, con una frattura da stress che l’ha tenuta ferma, ma una condizione che lentamente sta tornando. Altro nome caldo è quello dell’inglese Emma Clayton, reduce dal podio al Mini Giir di Mont. Mercer, Galassi, Noon, Koligar, con la rumena Ana Nanu, chiudono il lotto delle principali pretendenti alla top ten che sarà nel mirino di tante specialiste bresciane della corsa sui sentieri, perché un giro sul palco di Malonno molte volte vale davvero la stagione!

ALTRE INFO - Programma dettagliato su www.flettatrail.it. Le gare saranno in diretta TV su Teleboario (Canale 71) e social live su www.corsainmontagna.it. Sul percorso del Fletta Trail saranno allestite le coreografie dei tifosi delle contrade, iscritte al tradizionale concorso “Cuntrada Festera” che deciderà la miglior contrada del 2019, i giudici saranno alcuni atleti in incognito nella pancia del gruppo. Nel corso dello svolgimento della gara di domenica in Piazza andranno in scena le gare bimbi con il mini Fletta Trail, e prima delle premiazioni pasta-party aperto a tutti.

(da comunicato organizzatori)

FOTO Courthoud/Benedetto: in home il podio femminile del PizTriVertikal 2015; a sinistra l'arrivo di Cesare Maestri nel FlettaTrail 2018.