Alla Stralivigno Patelli Vince tra le Donne ed Epiney Si Impone in un Finale “Drammatico”

Pubblicato: Sabato, 20 Luglio 2019

Alla partecipata Stralivigno svoltasi oggi nel “Piccolo Tibet” (celebrando la 20esima edizione con oltre 1200 partecipanti e un caldo sole a riscaldare l’atmosfera) Lucien Epiney si impone e dedica la vittoria al Venezuela, sottolineando le difficili condizioni in cui versa il paese sudamericano: “Terza volta per me alla Stralivigno, lo scorso anno ho concluso secondo ma questa volta ce l’ho fatta. Mi è andata bene perché il primo ha avuto un imprevisto. Era il mio giorno”. Lo svizzero è infatti “nato con la camicia” perché l’atleta di Sondalo Massimiliano Zanaboni a tre chilometri dal traguardo aveva la vittoria in tasca, potendo contare su 40 secondi di vantaggio, ma una caduta in località Tagliede lo ha fermato. Epiney l’ha così avuta vinta su Stefano Sansi e Michele Azzoni in una Stralivigno che, per festeggiare il ventennale, ha allestito uno scenografico passaggio in centro tra la folla festante che ha accolto i corridori.

Tra le donne strada spianata per Eliana Patelli – autrice di un tempo superlativo – in allenamento a Livigno come tanti altri atleti per preparare la stagione agonistica: “Per me qui è sempre casa, ci tenevo a far bene perché sono dieci anni che mi alleno a Livigno, l’ho corsa nel 2016 ed oggi ho impiegato quasi tre minuti in meno. Cos’è Livigno per un atleta? Tranquillità e serenità e la sicurezza che serve ad un atleta, qui c’è tutto ciò che serve, il cibo buono e l’aria buona, insomma tutti gli ingredienti per preparare al meglio la propria disciplina”. La bergamasca non ha lasciato scampo a Simona Fazzini ed Elena Lanfranconi, attardate di una decina di minuti circa.

In gara anche le staffette, con gli atleti ad affrontare 10,5 chilometri ciascuno, dove i toscani Angelo Rocco Pezzuto e Giorgio Scialabra sono finiti davanti a Francesco e Claudio Guglielmetti. Terza la coppia composta da Christian e Davide Lucchini. Dodicesima invece l’attesa staffetta della campionessa del biathlon (un oro, un argento e quattro medaglie di bronzo ai Mondiali) Kaisa Leena Makarainen, Queste le parole della finlandese: “Mi sono divertita, starò qui per una settimana non a full training, stavo cercando su internet “cosa succede a Livigno” e così ho scelto di partecipare in staffetta assieme al mio ragazzo. Non ho mai gareggiato in un evento di corsa di questa portata, nemmeno in Finlandia”.

Info: www.stralivigno.it o alla pagina facebook.com/stralivigno 

21K maschile

1 Epiney Lucien Switzerland Sui 01:16:52; 2 Sansi Stefano G.S. C.S.I. Morbegno Ita 01:18:55; 3 Azzoni Michele Atl. Lecco-Colombo Ita 01:19:56; 4 Varis Kari Ylikuntomatkat Fin 01:20:30; 5 Majori Andrea Atl. Alta Valtellina Ita 01:21:02; 6 Gala Fabio Atletica Brescia Ita 01:21:03; 7 Beltrame Tobia Caivano Runners Ita 01:21:30; 8 Molinari Giulio Run Card Ita 01:21:48; 9 Rocchi Marco Atletica Mds Ita 01:22:16; 10 Penone Michele G.P. Santi Nuova Olonio Ita 01:24:18

21K femminile

1 Patelli Eliana La Recastello Radici Ita 01:30:56; 2 Fazzini Simona Premana Ita 01:38:15; 3 Lafranconi Elena Run Card Ita 01:41:34; 4 Aprile Katia Asd Castelraider Ita 01:42:51; 5 Giana Marcella G.S.A. Cometa Ita 01:44:05; 6 Bizzozero Valeria G.A.P. Saronno Ita 01:44:27; 7 Tedesco Ilaria Run Card Ita 01:45:49; 8 Ferro Giorgia Maremontana A.S.D. Ita 01:46:28; 9 Hansen Dina Erika Nesoden If Nor 01:46:57; 10 Mazzucchelli Paola Atl. Paratico Ita 01:47:19

(FOTO e testo da comunicato organizzatori)