Europei U23, 2° Giorno: Chahboun Settimo, in Finale Aceti, Zenoni, Cherubini e Giampietro

Pubblicato: Venerdì, 12 Luglio 2019

Nella seconda giornata dei Campionati Europei Under 23 a Gavle (Svezia) arriva il primo piazzamento in top 8 per un atleta lombardo: lo firma la “matricola” Mohammed Reda Chahboun (Cento Torri Pavia) con la settima piazza nel triplo. Ci potranno provare anche Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) ed Elisa Cherubini (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) sui 1500, Vladimir Aceti (Fiamme Gialle) nei 400 e Sydney Giampietro (Fiamme Gialle) nel peso: i quattro ragazzi centrano infatti l’ingresso in finale. Accesso invece sfiorato da Chituru Ali (US Albatese) nei 110 ostacoli, Gabriele Aquaro (Team A Lombardia) negli 800 e Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) nel martello restati a un passo dall’atto conclusivo.

LA MATTINA - Sugli 800 metri il marchigiano Simone Barontini firma il miglior crono della fase eliminatoria con 1:48.86: Gabriele Aquaro (Team A Lombardia) è il primo degli esclusi in 1:49.99, crono che gli vale il quinto posto nella seconda delle due batterie a soli 8/100 dall’ultimo tempo di ripescaggio;  resta fuori anche l’altro lombardo Leonardo Cuzzolin (Pro Sesto), al debutto azzurro, quinto nella prima batteria e 11esimo nella classifica generale del turno in 1:50.52. Tra le donne nei 1500 passa il turno la bergamasca Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), seconda in 4:30.47 in una prima batteria molto tattico: il suo crono, al suo ritorno in Nazionale dopo quasi tre anni e mezzo, è l’11esimo del turno ma la “Q” maiuscola del piazzamento le garantisce l’accesso in finale di diritto. Avanza pure la bresciana Elisa Cherubini (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Chituru Ali Gavle 2019studentessa al College del Mezzofondo dell’Insubria e quarta nella successiva batteria con 4:22.27: il tempo è anche il quarto assoluto delle eliminatorie. Finale per due pesiste: Sydney Giampietro (Fiamme Gialle) , decima in qualificazione con il primato stagionale di 15,45, e Michaela Obijiaku, dodicesima (15,16) mentre è out Martina Carnevale, quattordicesima (15,01). Nel primo dei tre turni sui 400 ostacoli, la capolista europea under 23 stagionale Linda Olivieri (Fiamme Oro), piemontese trapiantata in Brianza, vince la propria batteria in 58.48 e nessun problema anche per Rebecca Sartori, terza in 58.64: entrambe torneranno in pista domani per la semifinale. Sulla pedana del martello, quattordicesimo Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costrizioni): il suo 66,69 non basta per superare la qualificazione, posta a 67,03 (la misura del 12esimo, il finlandese Aleksi Jaakkola).

IL POMERIGGIO - Nel lungo Gabriele Chilà atterra a 8,00 (+0.5) e conquista il bronzo: nella stessa finale settimo il bergamasco della Cento Torri Mohammed Reda Chahboun con 7,72 (+1.0), misura che conferisce ulteriore spessore a una stagione che l’aveva visto crescere fino a 7,81. A segno entrambi gli azzurri nelle semifinali dei 400 metri: il piemontese Brayan Lopez vince la sua gara con una gran rimonta in 46.34, record personale per la terza volta in questa stagione e di quasi tre decimi, oltre che il miglior crono del turno a pari merito con il francese Fabrisio Saidy. Si qualifica anche il brianzolo Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), che malgrado un recente infortunio raggiunge l’obiettivo di entrare fra i primi otto con 47.03, secondo e ultimo crono di ripescaggio.

Sui 110 ostacoli finale davvero sfiorata dall’azzurro Chituru Ali, ventenne comasco dell’US Albatese al debutto in Nazionale, che scende a 13.95 (+0.7) per la quarta piazza nella terza semifinale ed è il primo degli esclusi a 5/100 dal “paradiso”. Nei 100 ostacoli donne, in semifinale, si ferma il cammino di Linda Guizzetti (CUS Pro Patria Milano) chiude settima (22esima complessiva nel secondo turno) con 14.12 (+0.5), dopo aver colpito l’ottava barriera. Nei 200 metri Alessia Pavese (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) agguanta la semifinale per questione di millesimi in 24.18 (+1.1) sull’ucraina Yana Kachur: per la bergamasca, 21 anni da compiere lunedì, era arrivato il quarto posto nella prima di quattro batterie. Pavese si prende così una “rivincita” sul fotofinish: agli Europei Under 20 di Grosseto 2017 fu esclusa dalle semifinali sempre per millesimi.

Luca Cassai/Cesare Rizzi

FOTO Colombo/FIDAL: in home Mohammed Chahboun; in alto a sinistra Marta Zenoni; qui a fianco Chituru Ali; in basso la gioia di Elisa Cherubini. 

GLI ATLETI LOMBARDI IN GARA NELLA TERZA GIORNATA (sabato 13 luglio)

Sabato 13 luglio

Sessione mattutina

10.00

Giavellotto

F

Qualificazione Gruppo A

Luisa SINIGAGLIA

11.20

4x400m

M

Batterie

ITALIA (nel gruppo: Vladimir ACETI, Michele FALAPPI, Andrea ROMANI)

12.20

Lungo

F

Qualificazione

Chiara PROVERBIO

Sessione pomeridiana

17.00

400mHs

F

Semifinali

Linda OLIVIERI

17.40

200m

F

Semifinali

Alessia PAVESE

18.32

400m

M

Finale

Vladimir ACETI

18.40

Peso

F

Finale

Sydney GIAMPIETRO

19.45

200m

F

Finale

ev. Alessia PAVESE

20.05

5000m

M

Finale

Sebastiano PAROLINI

Elisa Cherubini Gavle 2019 gioia

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
tel. +39.02.744786 - fax +39.02.716706 - P.IVA 01384571004 e C.F. 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano