Pista: Bene Ducoli e Pivotto ai CdS, alla Pol. Brembate Sopra il Trofeo Rosso Sporting

Pubblicato: Martedì, 14 Maggio 2019

Atleti lombardi protagonisti anche in altre sedi regionali dei Campionati di Società Assoluti. Nella prima fase laziale a Roma il bergamasco Hassane Fofana (Fiamme Oro) sigla 14.05 controvento (-1.1) nei 110 ostacoli. In Trentino Alto Adige, in due giornate decisamente fredde a Bolzano, spicca la prestazione di Elisa Ducoli, bresciana in forza all’US Quercia Trentingrana: al debutto sui 5000 metri in pista sigla 17:00.40, crono al di sotto dello standard per gli Europei Under 20. Per lo stesso club un’altra junior bresciana, Sophia Favalli, fa gli straordinari: vince i 1500 in 4:32.86 davanti alla stessa Ducoli (4:39.74), poi si impone negli 800 in un notevole 2:10.03 e quindi corre una frazione di 4x400. Gli sprinter lombardi della Biotekna Marcon dominano la velocità in Veneto a San Biagio di Callalta (TV): Andrea Federici conquista i 100 in 10.72 (+0.1), Pietro Pivotto sigla un ottimo 21.33 (+1.0) sui 200 ed entrambi corrono e vincono la 4x100 (41.34)( con un altro lombardo come Christian Bapou[Ce. Ri.]

TROFEO ROSSO SPORTING - Nel quarto Trofeo Rosso Sporting organizzato ad Alzano Lombardo (BG) dallo Sporting Club Alzano e legato alla categoria Ragazzi/e vince la Polisportiva Brembate Sopra davanti ad Atletica Saletti e Atletica Brusaporto. Nelle gare Assolute circoletto rosso sul 56.83 di Denise Condemi, portacolori dello Sporting Club Alzano padrone di casa, che vale un personale sui 400 migliorato di un secondo netto in un colpo solo.

Nelle prove Cadetti/e la vicecampionessa italiana in carica dei 300 Makissia Bamba (Atl. Pianura Bergamasca) vince gli 80 piani in 10.26 (-0.7); altre prestazioni di rilievo tecnico sono il 14.43 di Gioele Tengattini (Atl. Brusaporto),  il 42.33 di Gaia Chierichetti (Atl. Gallaratese) e il 42.54 di Sara Carobbio (SC Alzano) sui 300 femminili, il 2:42.88 di Mattia Adamoli (US Derviese) sui 1000 maschili, il 3:04.90 della marchigiana Serena Frolli (Atl. Osimo) sui 1000 femminili, il 10.85 (+1.5) di Salomee Olama (Atl. Estrada) nel triplo femminile, il 34.11 di Sofia Santona (Virtus Castenedolo) nel triplo femminile, il 9.45 (vento non comunicato; 9.49/-0.1 in finale) di Flavio Camescasca (Atl. Estrada) negli 80 piani maschili e il 37.87 di Matteo Piantoni (Atl. Saletti) nei 300 piani maschili. Doppio successo con crono di valore per l’Atletica Estrada nelle staffette 100+200+300+400: 2:13.66 con il quartetto Pavesi-Finazzi-Camesasca-Salihi tra i maschi, 2:29.14 per Signorelli, Serina, Oggionni e Motta tra le Cadette. [Ce. Ri.]

VILLASANTA/CINISELLO BALSAMO - Campionati Provinciali milanesi Cadetti/e vessati dal maltempo nella giornata di sabato 11 maggio a Villasanta ma conclusisi in maniera scoppiettante  domenica 12 a Cinisello Balsamo. Due le prestazioni oltre i mille punti tabellari, 11 quelle oltre i 900. Cinque le migliori prestazioni nazionali dell'anno realizzate in attesa di aggiornamenti della graduatoria. La copertina è dedicata a una delle atlete più attese, Marta Amani (CUS Pro Patria Milano), che nel suo salto in lungo aveva già segnato la miglior misura italiana del 2019. La figlia d'arte allenata da Fiorella Colombo ha realizzato le due migliori prestazioni dei campionati: un grandissimo 39.56 nei 300 metri e un ancor più grande 5.86 nel salto in lungo (1113 pt tabellari). Presumibilmente la sua stagione continuerà alternando corsa e salti, in attesa di scegliere in autunno su quale terreno dare la caccia al tricolore di categoria.

Altra doppietta di alto livello è quella arrivata dagli ostacoli cadette con Andrea Hapau (Atletica Punto It), che ha conquistato gli 80 in 12.28 e i 300 in 46.20. Per concludere la panoramica femminile, sempre più pimpante di quella maschile, ecco l'altra doppietta di Miriam Scerra (PBM Bovisio), ottima nei 2000 metri con 6:36.94, meno a suo agio nei 1000 dove ha sì vinto il titolo (3:07.55) ma alle spalle della bergamasca Arianna Algeri (3:06.44). Nella velocità Elisa De Santis (Atl. Concorezzo) segna 10.26 (+1.3) nelle batterie degli 80 e 10.32 (+0.2): il minimo resta a due centesimi. Pimpante in pedana Chiara Santambrogio (5 Cerchi Seregno), che vince il triplo in 11.22 e segna 5.24 nel lungo. Bene nel lancio del peso la costante crescita di Cristina Fava (CUS Pro Patria Milano), arrivata a 11.60.

Tra i Cadetti massima attenzione alla velocità, dove Matteo Fedele (Studentesca San Donato) vince in finale con 9.18 (+0.8) davanti a Mattia Arnaboldi (Atletica Cesano). Benissimo nel lancio del giavellotto il progresso di Andrea Caselotti(Atletica Punto It), che si migliore di 4 metri per andare all'ottima misura di 53.69.  Gara divisa in due giornate causa pioggia quella del salto in alto maschile. Nella ripresa di domenica Edoardo Stronati(Atletica Punto It) torna dopo qualche infortunio a deliziare con i suoi salti, salendo fino a 1.88. Nella sua scia si migliora anche Riccardo Abruzzo (PBM Bovisio) con 1.84. Sulla pista di casa va subito al minimo nei 1200 siepi Giovanni Coletta(Atletica Cinisello) che segna 3:30.16. Applausi per i due titoli vinti da Andrea Giglio (PBM Bovisio) nei 1000 (2:48.46) e nei 2000 metri (6:12.28) e da Matteo Perricone (CUS Pro Patria Milano) nell'insolita accoppiata lancio del martello (38.80) e salto con l'asta (2.60). La marcia ha messo in mostra il buon gesto tecnico di Anna Tettamanti(CUS Pro Patria Milano - 16:12.14), seguita dall'olimpico Gianni Perricelli. [Davide Viganò/CP FIDAL Milano]

 

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
tel. +39.02.744786 - fax +39.02.716706 - P.IVA 01384571004 e C.F. 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano