Lanci Invernali Tricolori: Tris di Argenti dal Giavellotto con Bertolini, Bruschi e Bonfanti

Pubblicato: Domenica, 24 Febbraio 2019

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piediA Lucca il Campionato Italiano invernale di lanci lunghi si chiude per l’atletica lombarda con altri tre argenti e una medaglia di bronzo: il bottino complessivo, tra atleti tesserati per società lombarde e lanciatori lombardi di nascita ma tesserati per gruppi militari, diviene così di 2 maglie tricolori, 6 argenti e 6 bronzi.

GIAVELLOTTO M – Tris di argenti (più un bronzo) per l’atletica lombarda. Il milanese Roberto Bertolini (Fiamme Oro, FOTO d'archivio in home), nella giornata in cui viene scalzato dal secondo posto all-time dall’81.79 di Mauro Fraresso, resta comunque sul podio con l’argento nel Campionato Italiano Assoluto e un 75.20 che non vale lo stagionale ma che è consolidato da altri tre lanci oltre i 71 metri. Nella top 8 Assoluta entrano pure Lorenzo Bruschi (OSA Saronno) e Davide Ballico (Atl. Riccardi Milano 1946), protagonisti di una bella sfida alle spalle di Simone Comini (ASA Ascoli Piceno) nel Campionato Italiano Promesse:  con Bruschi secondo a 63.86 (PB) e Ballico terzo a 63.16 dopo cinque  lanci nella sesta prova arriva prima il 64.21 di Ballico (primato stagionale) per il sorpasso e poi un nuovo personale a 64.84 per Bruschi che rimette la medaglia d’argento al collo del saronnese (il milanese è bronzo). NELLA FOTO a sinistra il podio del giavellotto uomini Promesse.

Scintillante argento pure nella gara Giovanile (Allievi+Juniores) per Simone Bonfanti, già due volte secondo tra gli Allievi ai Campionati Italiani estivi (2016 e 2017). La serie di finale del portacolori dell’ABC Progetto Azzurri (tre prove, tre progressi nel personale) è di notevolissimo profilo: 61.57 al quarto lancio, 62.25 al quinto e un 64.83 all’ultimo tentativo che lo fa salire dal quarto al secondo posto. Bonfanti arrivava con un PB da 59.73: il progresso complessivo è di oltre cinque metri.

DISCO M/F – In campo Giovanile (Allievi+Juniores con l’attrezzo degli Under 20) non arrivano medaglie ma comunque ci sono applausi per i lanciatori lombardi: al femminile Gaia N’Diaye (CUS Pro Patria Milano) con 41.42 resta a mezzo metro dal PB ma soprattutto a soli cinque centimetri dal podio (oltre al suo quarto posto c’è l’ottava piazza di Clelia D’Agostini/Bracco con 36.10); al maschile Ivano Saporiti (Pro Patria ARC Busto Arsizio) si migliora prima a 48.90 e poi a 50.39 ed è ottimo sesto.  Nella gara Assoluta femminile Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) non infrange stavolta quota 50 metri: è quarta con 48.67. La compagna di colori Veronica Rossetti è invece ottava nel Campionato Italiano Promesse (35.14).  

Ce. Ri.

Comitato Regionale Lombardia - Federazione Italiana di Atletica Leggera
tel. +39.02.744786 - fax +39.02.716706 - P.IVA 01384571004 e C.F. 05289680588
via Giovanni Battista Piranesi, 46 - 20137 Milano