Allievi Indoor: Bis per Besana e Previtali, Musumary Guida il Trionfo Lombardo nel Peso

Pubblicato: Domenica, 10 Febbraio 2019

Dopo le quattro medaglie del primo giorno oggi domenica 10 febbraio le società lombarde colgono 3 titoli nazionali, 2 medaglie d’argento e 4 bronzi in gare individuali ai Campionati Italiani Allievi/e indoor di Ancona. Grandi emozioni come previsto dai 60 metri ostacoli Allieve con il braccio di ferro tra le due grandi amiche rivali Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon). Besana, allenata da Diego Crippa e Antonio Ianni,  centra il miglior crono in entrambi i turni eliminatori (8.57 in batteria, 8.44 in semifinale) ma in finale è Iapichino a condurre a lungo: la ragazza nata sportivamente nell’Atletica Cassago  la riacciufferà solo all’arrivo pareggiando così il conto delle sfide tricolori individuali indoor Allieve in questa stagione (1-1) dopo il successo della toscana nel pentathlon. Il crono è a dir poco sontuoso: 8.30, seconda prestazione italiana Allieve di sempre alle spalle solo dell’8.27 di Desola Oki, a pareggiare proprio il tempo con cui la ragazza di Barzago aveva vinto un anno fa. Nei 60 ostacoli maschili domina il primatista italiano Lorenzo Simonelli (Esercito Sport e Giovani) ma alle sue spalle il tricolore Cadetti Paolo Gosio (Atl. Vallecamonica) e Samuele Maffezzoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) sono protagonisti di un testa a testa mozzafiato come due settimane fa: il 27 gennaio fu per il titolo regionale,oggi per l’argento tricolore, in entrambi i casi è Gosio a precedere Maffezzoni (oggi 7.99 a 8.00: nei turni precedenti il crono erano stati 8.12 in batteria e 8.00 in semifinale per Gosio e 8.05 in batteria e 8.04 in semifinale per Maffezzoni).

200 E 400 METRI – Arriva una super prestazione per Christian Previtali, lo sprinter della Polisportiva Carugate che vive a Trezzano Rosa (MI) come Ilaria Verderio, anch’ella tricolore sui 200 metri quand’era allieva. Per Previtali, allenato sempre da Paolo Prestipino, è un bis tricolore visto che nel 2018 conquistò il titolo sui 200 Allievi outdoor: il milanese nobilita la finale con 17/100 di progresso sulla batteria e un 22.18 che lo porta all’ottavo posto delle liste di sempre. In quanto a miglioramenti lo imita Nazareno Sacchetto (Fiamme Oro) che dopo la terza piazza di ieri nei 60 metri, sale di una posizione ed è secondo nei 200 con il PB di 22.28. Terzo Edoardo Luraschi (Osa Saronno) con 22.44, un centesimo in più del personale corso in mattinata nelle batterie, a confermarne l’impetuosa crescita dopo il quarto posto di ieri sui 60. Nella finale A dei 200 metri Allieve spinte di notevole qualità nei primi 100 metri perla lunghista Alessia Seramondi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), di bronzo ai tricolori Cadetti 2018 sui 300: la bresciana perde un pizzico di fluidità negli ultimi 30 metri ed è beffata da Arianna Battistella (Atl. Vicentina), che le strappa la terza piazza per un centesimo. Per Seramondi, quarta anche ieri nel lungo, c’è comunque il PB a 25.58. Clarissa Boleso (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) trova il cunicolo giusto per mettersi al collo la medaglia di bronzo nella finale dei 400 metri: la tricolore 2017 dei 300 metri Cadette, già argento nei due giri indoor Allieve 2018, recupera addirittura tre posizioni in 70 metri passando per linee interne e resta sul podio firmando 57.45. Anche Alexandra Almici (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), quinta con il PB a 57.82.  Emmanuel Musumary AnconaAllievi2019 080

CONCORSI E MEZZOFONDO – La Lombardia domina il getto del peso con gli ultimi due campioni italiani Under 16. Quarantanove di piede e 191 centimetri d’altezza, sfruttati per tanti anni tra i pali dei campi di calcio e adesso dedicati soltanto all’atletica, col pallone messo in standby. Sono passati appena quattro mesi dal titolo italiano vinto a Rieti tra i Cadetti e si ripete ad Ancona il gigante Emmanuel “Ema” Musumary (Cento Torri Pavia). Il cremasco che si allena con Andrea Cacopardo a Treviglio (Bergamo), congolese d’origine, bissa il successo tricolore al primo anno da allievo con 15.93 al secondo lancio nell’affare tutto lombardo con il secondo classificato Patrick Olcelli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), tricolore Cadetti 2017 e autore di 15.77 al primo turno.

La campionessa italiana Allieve outdoor in carica nel triplo Mame Diarra Sow si mette al collo la medaglia di bronzo: la 17enne della Bergamo Stars sigla tre salti “gemelli” (12.34, 12.36 e 12.37) e tre nulli e resta sul podio  (nel 2018 in sala fu argento). Nell’asta bravissima, sia pure ai piedi del podio, Giulia Porri: la portacolori della pro Patria ARC Busto Arsizio, bronzo tricolore Cadette 2018, supera 3.00, 3.10 e 3.20 alla prima prova, poi acciuffa il PB a 3.30 alla terza e si arrampica pure a 3.40; cercherà la top 3 con tre assalti a 3.50, purtroppo falliti, chiudendo così quarta. Quarto pure Diego Bruschi (OSA Saronno) nel triplo Allievi: il PB a 14.17 nel quinto turno l’aveva issato in terza piazza ma il 14,33 di Andrea Laconi (Atl. Oristano) all’ultima prova lo fa scivolare di un gradino.    

Il debutto tricolore dei 1500 vede la Lombardia protagonista sfortunata tra le Allieve. Susanna Marsigliani (NA Fanfulla) con una forse tardiva ma comunque efficace progressione nell’ultimo giro chiude terza ma viene squalificata per infrazione di corsia: i migliori piazzamenti sono così il quinto posto di Giulia Bellini (FreeZone) con 4:45.63 e la sesta moneta di Susanna Dossi (Pro Sesto) in 4:47.49; Laura Renna (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) è locomotiva e poi vincitrice della serie meno accreditata e termina ottava nella classifica complessiva con 4:50.52.  

ALTRI ATLETI LOMBARDI NELLA TOP 8 (TOP 6 per i 400 metri) – Peso M: 5° Francesco Mazzoccato (Atl. Gavirate) 14.75. 200 M:  5° (1° in finale B) Matteo Martorella (Pro Patria ARC Busto Arsizio) 22.90 (batt.: 22.63), 6° (2° in finale B) Paolo Mancinelli (Pro Patria ARC Busto Arsizio) 22.94 (batt.: 22.78). 400 M: 6° Abenezer Mandelli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) 51.58 (batt.: 50.74). 200 F: 5ª (1ª in finale B) Sara Martignoni (NA Varese) 25.68. Triplo M: 6° Mirko Cavenago (Cento Torri Pavia) 13.89, 8° Davide Nodari (Bergamo Stars) 13.80.

Cesare Rizzi (ha collaborato Nazareno Orlandi)

FOTO Montesano/FIDAL: in home Veronica Besana in azione e qui sotto la premiazione dei 60 metri ostacoliAllieve; in alto a sinistra Christian Previtali; in alto a destra Emmanuel Musumary

Podio 60hs F AnconaAllievi2019 129