Indoor: Mosetti MPI Promesse a Parma, Dester Protagonista nelle Multiple a Bergamo

Pubblicato: Sabato, 12 Gennaio 2019

A Firenze cade una Migliore Prestazione Italiana Promesse spuria per mano di Nicla Mosetti (Bracco Atletica, FOTO a sinistra), triestina ora di stanza proprio nel capoluogo toscano. La campionessa italiana under 23 in carica tra le barriere indoor si prende il limite nazionale dei 50 metri ostacoli siglando 7.28 (7.33 in batteria, crono che eguagliava la precedente MPI siglata da Ayomide Folorunso a Parma il 23 dicembre 2017). RISULTATI

SARONNO – Nell’affollata riunione regionale Assoluta indoor di Saronno (VA) si assiste a gare avvincenti. Una su tutte: i 60 metri piani femminili. Il miglior tempo in batteria è di Gaia Pedreschi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), che toglie due decimi al PB con 7.78: 7.79 per la junior Eleonora Alberti (NA Varese, FOTO a destra), 7.82 (PB) per la lunghista Chiara Proverbio, portacolori dell’OSA Saronno organizzatrice, e 7.83 per l’under 23 Arianna De Masi (Atl. Meneghina). In finale è Alberti a prendersi il successo in 7.77 su Pedreschi (7.79), Proverbio (7.80, PB) e De Masi (7.86). L’omologa prova al maschile è dominata dai ragazzi del ’99 (primo anno Promesse): Moctar Agal Daou (CUS Pro Patria Milano) con 7.06 sigla il miglior crono delle batterie davanti a Simone Tarchini (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) con 7.08, ma in finale è Simone Vettori (Pol. Olonia) a scendere dal 7.14 della qualificazione al 7.04 della volata decisiva superando per millesimi lo stesso Tarchini (7.04) mentre Daou è terzo (7.11).Eleonora Alberti Mariano2017

Capitolo 60 ostacoli. Nella prova maschile gran debutto di Chituru Ali (US Albatese) con la barriera da 106 centimetri: il bronzo tricolore Juniores 2018 all’aperto sigla 8.33 in batteria e poi 8.18 in finale, sempre precedendo il doppio 8.44 del decatleta Luca Dell’Acqua (NA Fanfulla). La gara Juniores vede vincere Oscar Maifredi (Atl. Chiari 1964 Libertas): dopo l’8.49 del 6 gennaio a Bergamo Maifredi scende prima a 8.36 in batteria  poi a 8.34 in finale; il miglior crono di giornata resta però l’8.33 di Fabio Izzo (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) in qualificazione e al debutto con la barriera da un metro. La prova Allievi è dominata dal bronzo tricolore Cadetti 2018 Edoardo Corti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter): 8.65 in batteria e 8.60 in finale. RISULTATI

Nel settore femminile il miglior crono della batteria è della saltatrice-ostacolista Atitaya Kongkaew (Pol. Olonia): 9.97. In finale la varesina è squalificata e il successo va così con lo stesso 9.07 a Milica Travar (GS Ermengildo Zegna).  Nella gara Allieve subito un futuribile 9.27 per Matilda Appiani (Team A Lombardia), al primo anno di categoria.

BERGAMO – La prima giornata dei Campionati Regionali indoor di prove multiple organizzata dall’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter a Bergamo vive sulle prime quattro prove dell’eptathlon Assoluto e Juniores: il grande protagonista è il vicecampione italiano Juniores di decathlon Dario Dester (FOTO in home) che sempre a livello Under 20 mette assieme 3068 punti vincendo tre gare su quattro. Il portacolori della Cremona Sportiva Atletica Arvedi firma 7.36 sui 60 piani (a 3/100 dal PB a 7.33, oggi il riscontro cronometrico di Daniele Cortinovis per l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter) e infila due grandi prestazioni nei salti: 7.15 nel lungo (+4 centimetri sul PB all’aperto e + 25 centimetri sul personale indoor) e 2.01 nell’alto (prima volta oltre i 2 metri: aveva 1.98 indoor); in mezzo arriva un discreto 12.65 nel peso. L’eptathlon Assoluto vede al comando tre under 23: Umberto Tettamanzi (Cento Torri Pavia) con 2612 punti, Gabriele Brandi (Team A Lombardia) con 2560 e Andrea Monti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) con 2364. Il triplista Edoardo Accetta (NA Fanfulla) sigla 7.18 sui 60 piani e 6.74 nel lungo prima di fermarsi. RISULTATI

Domani domenica 13 gennaio in palio tutti gli otto titoli: eptathlon Assoluto, Promesse e Juniores e pentathlon Allievi in campo maschile, pentathlon Assoluto, Promesse, Juniores e Allieve tra le donne.

PARMA- Sui 60 ostacoli Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) si porta a 7.92 per diventare il settimo under 20 italiano di sempre: solo sei giorni fa a Bergamo aveva siglato 7.97 sempre con la barriera da un metro. Il bresciano Andrea Federici (Biotekna Marcon) scende due volte sotto i 6 secondi sui 50 metri: 5.97 in batteria, 5.94 in finale (terzo). Doppio squillo cronometrico per Silvia Taini nei 60 ostacoli: 8.63 in batteria, 8.59 (PB) per il successo in finale. La neo18enne e neoportacolori dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group Elena Carraro debutta nella specialità con barriera da 84 centimetri firmando 8.75. Nei 50 metri piani 6.68 per la stessa Taini e per Violante Valenti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter).

Nell’asta progresso di ben 15 centimetri per l’under 23 Alessandra  Fumagalli (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) che vince la gara su Bianca Falcone (CUS Pro Patria Milano, 3.50): vittorioso in campo maschile il 4.90 di Giacomo Bernardi (Pro Sesto)mentre Pierre Ahoua (Cento Torri Pavia) e Valentino Arrigoni (NA Astro) siglano 4.70. Il campione italiano Cadetti in carica del lungo Luca Mondini (Atl. I Gonzaga 201) debutta tra gli Allievi con 6.64: a proposito di mantovani Costanza Gavioli (La Fratellanza 1874 Modena) vince il triplo a 12.07. RISULTATI

PADOVA – Successo lombardo sui 200 metri sulla pista che tra sette giorni assegnerà i primi titoli regionali Assoluti: vince lo junior Mattia Donola (Pro Sesto Atletica) con 21.96 (la coscritta Alessandra Bonora, tesserata per l’Atletica Rodengo Saiano Mico, è quarta nella prova femminile con 25.24). Nel triplo vittoria per Stefano Magnini (Cus Insubria Eolo) con 15.58. La bresciana Sophia Favalli, junior al primo anno e battente bandiera Quercia Trentingrana, è terza negli 800 con 2:13.92: secondo nella gara maschile Danilo Gritti (Atl. Valle Brembana) con 1:55.94. Nei salti si vedono in gara anche due atleti reduce da lunghi stop nel recente passato: Federico Biancoli (Atl. Riccardi Milano 1946) sigla 4.50 nell’asta (terzo) e la junior Alice Rodiani (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) atterra a 5.67 nel lungo (seconda). Il vicecampione italiano Assoluto di decathlon Stephen Kobena Asamoah (Virtus Castenedolo) completa una prima giornata dell’eptathlon da 7.23 (60 piani), 6.86 (lungo), 12.72 (peso) e 1.98 (alto): 3018 i punti ottenuti dopo quattro gare. RISULTATI

CAIROLI LEADER IN FRANCIA - Buon avvio di Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) impegnato nel meeting X-Athletics di Aubière, in Francia. L’azzurro delle prove multiple corre in 7.01 sui 60 metri, la prima delle sette gare nell’eptathlon, a soli tre centesimi dal record personale e poi salta 7,31 nel lungo, mentre nel peso chiude con 12,70 a venti centimetri dal suo primato. Nell’alto supera 2,04 per completare la giornata inaugurale al comando con 3256 punti, appena diciotto lunghezze in meno sulla tabella di marcia del personal best.

Cesare Rizzi (ha collaborato Luca Cassai/Fidal.it)