Marta Zenoni da Record nei 2000 Cadette a Saronno

Pubblicato: Domenica, 22 Settembre 2013

La finale regionale dei Societari Cadetti/e consegna agli archivi una prestazione da annali per l’atletica giovanile italiana. La kermesse organizzata a Saronno dalla locale OSA Saronno Libertas racconta di una Marta Zenoni (Atl. Brusaporto) nuova detentrice della MPI di categoria sui 2000 metri. Dopo aver vinto i 1000 il giorno precedente con un tranquillo 3:08.18 l’atleta di Pedrengo (BG) parte ventre a terra sulla doppia distanza, infilando subito passaggi da “brivido”: 1:11.50 ai 400, 2:26.59 agli 800. Zenoni (NELLA FOTO di Mario Grassi), allenata da Rosario “Saro” Naso come un’altra Marta, l’azzurra Milani, non cede nel terzo giro, infilando un parziale da 72 secondi per uno “split” ai 1200 da 3:38.67 (3:02 manuale ai 1000). Dopo essere transitata in 4:51.78 ai 1600 l’atleta bergamasca chiude in 6:07.34, spazzando via (con un margine di oltre 4”) la precedente MPI detenuta da una certa Nicole Svetlana Reina grazie al 6:11.65 del 2 giugno 2012 a Chiari.

Marta, studentessa al liceo scientifico Mascheroni di Bergamo, aveva già ottenuto la MPI Cadette dei 1000 lo scorso 9 giugno a Fidenza con 2:46.71: sui 2000 fino a oggi il suo primato era un 6:12.21 già a un passo dal limite nazionale di Reina. Essendo nata il 9 marzo 1999 è solo al primo anno di categoria: la sua esperienza atletica è però iniziata già da qualche stagione, grazie agli esordi nella categoria Esordienti sulle orme della sorella maggiore Federica, classe ‘97 e azzurrina sui 1500 agli ultimi Mondiali Allievi.

Per l’Atletica Brusaporto, società tradizionalmente legata per il settore Assoluto all’Atletica Bergamo ’59 Creberg, la soddisfazione è doppia: oltre alla MPI dei 2000 la giornata porta infatti in dote anche il titolo regionale femminile per Società, vinto con 432 punti davanti ai 427 dell’Atletica Estrada (terza la NA Varese con 411). Al maschile scudetto regionale per la Scuola Sportiva Atletica Punto It, mattatrice con 433 punti su Atletica Rigoletto (403) e Polisportiva Brembate Sopra (397).

Numerosi i risultati di ottimo livello nella due giorni di gare. Su tutte spicca il 44.45 ottenuto in chiusura di domenica pomeriggio da Francesca Bolpagni nel giavellotto, a migliorare il limite nazionale stagionale già detenuta dalla portacolori dell’Atletica Rodengo Saiano con 43.11. Nelle distanze brevi vanno annoverati soprattutto il 36.49 di Christian Bapou (Atl. Estrada) nei 300 maschili (terza prestazione italiana 2013) e le prove degli ostacolisti: 13.54 per Marco Bigoni (Scuola Sportiva Atl. Punto It) sui 100 (a 2/100 dal PB e a sette dal limite italiano stagionale) e 11.87 per Ilaria Verderio (Atl. Gessate) sugli 80 (sesto crono nazionale 2013, per lei niente 300 ostacoli). Notevole anche il 3.80 con cui Mattia Bernasconi (Atl. Rigoletto) firma il successo nell’asta e la seconda misura italiana dell’anno nella categoria. Segnaliamo infine il 14.98 di Simone Bruno (Scuola Sportiva Atl. Punto It) nel peso (sesto cadetto in Italia in stagione) e l’1.64 di Eleonora Giraldin (Atl. Cairatese) nell’alto.

Cesare Rizzi