Mondiali U20, 2° Giorno: Giampietro Ottava nel Peso, PB per Gjetja e Scotti sui 400

Pubblicato: Mercoledì, 11 Luglio 2018

Nella seconda giornata dei Mondiali Under 20 di Tampere (Finlandia) l’atletica lombarda applaude la prima finale. Merito di Sydney Giampietro (Fiamme Gialle, FOTO in home): nel peso la lanciatrice milanese, 14 titoli italiani giovanili, fatica in qualificazione (14.35 e un nullo) per poi trovare al terzo turno il 15.20 dell’accesso tra le migliori 12; in finale si ripete a 15.19 al secondo lancio ed entra nella top 8 come settima, perdendo poi una posizione negli ultimi tre turni (per lei coincisi con tre nulli) e terminando ottava.

Eccellente impressione destano i quattrocentisti, promossi entrambi dalla batteria alla semifinale con la “Q” maiuscola e con il personale. Klaudio Gjetja (Pro Sesto, FOTO a sinistra) nella terza batteria (su sette) distribuisce molto bene ed è terzo con il nuovo PB a 47.09: il tempo è anche il 13esimo complessivo del turno di qualificazione con un progresso secco di 26/100. Nella sesta batteria grande prestazione del lodigiano Edoardo Scotti (CUS Parma), che dà mostra grande facilità di corsa dai 200 ai 350 metri e, guardandosi a destra e a sinistra negli ultimi 30 metri e rallentando vistosamente, chiude in 46.52, personale migliorato di 35/100 e quinto crono italiano under 20 di tutti i tempi. Il suo sarà anche il terzo riscontro del primo turno eliminatorio.

Nelle batterie dei 110 ostacoli prova superata per Mattia Montini (FOTO in basso) nei 110hs. Il lombardo, classe 1999, è bravo a gestire alcuni piccoli imprevisti. All'azzurro dell'Atletica Lecco Colombo Costruzioni tocca la quarta corsia e con il 13.49 del suo PB ha il secondo accredito della batteria. C'è nervosismo sui blocchi che diventa fatale per il brasiliano Vittor Souza messo fuori gioco da una nettissima falsa partenza. Il secondo start è quello giusto e Montini si proietta subito nella parte alta della gara, molto vicino al canadese Anastas Eliopoulos, al punto che i due, a metà rettilineo, finiscono pure per sfiorarsi. Montini si sbilancia, ma riprende subito il controllo della situazione e, malgrado un paio di barriere lasciate a terra, chiude secondo in 13.63 contro il 13.58 (+0.9) dell'avversario. Da notare che si tratta comunque della sua seconda miglior prestazione di sempre, l'ottava di tutto il round iniziale dominato dal favorito giamaicano Damion Thomas (13.41). In semifinale l’allievo di Stefano Longoni parte con grande determinazione e fino alla terza barriera fila tutto liscio, poi nella foga della sua azione abbatte il quarto ostacolo con la gamba di richiamo e il quinto con la prima gamba. Da qui, purtroppo, il 18enne della Lecco-Colombo Costruzioni in pochi secondi ne lascia a terra altri tre. Troppi. È settimo con 14.09 (-0.5) e tanta delusione. Soprattutto perché allo statunitense Cory Poole e al canadese Anastas Eliopoulos per andare direttamente in finale bastano rispettivamente 13.68 e 13.75. Le semifinali degli 800 metri sono una “mission impossible” per Federica Cortesi, già brava a superare il primo turno. La portacolori dell’Atletica Valle Brembana ci prova, ma è complicato restare nel cuore della corsa. L'azzurra finisce settima in un comunque discreto 2:09.85, davanti l'etiope Hailu (2:01.96) trascina al record nazionale la svizzera Dekua Sclabas (2:02.14).

Ce. Ri. (ha collaborato Alessio Giovannini)

GLI ATLETI LOMBARDI IN GARA NELLA TERZA GIORNATA - Giovedì 12 luglio

Sessione mattutina

10.35

9.35

400mHs

M

Batterie

Alessandro SIBILIO


Sessione pomeridiana

19.40

18.40

400m

M

Semifinali

Klaudio GJETJA, Edoardo SCOTTI

tampere100