Regionali Assoluti, Proserpio “Sfonda” la Barriera dei 70 Metri a Saronno: 71.33

Pubblicato: Domenica, 08 Luglio 2018

Giacomo Proserpio trova al campo sportivo comunale di Saronno (VA) quanto cercava: la prima misura in carriera oltre i 70 metri. Il martellista dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni (FOTO di Mario Grassi in fondo alla pagina) è il grande protagonista della seconda giornata dei Campionati Regionali Assoluti individuali e di staffette, contraddistinta da grande qualità organizzativa (ad allestire è l’OSA Saronno Libertas affiancata dal Comitato Regionale FIDAL Lombardia) e da numerose gradite sorprese: il campione italiano Promesse arriva al terzo turno di lanci a 71.33, superando di un metro e mezzo il 69.84 di sette giorni prima a Cinisello Balsamo e lambendo la top ten italiana di categoria (12esimo). L’argento va allo junior Nicolas Brighenti (Cremona Arvedi) con 54.93, personale con l’attrezzo Seniores.

Sempre nei lanci arrivano altre due prestazioni di spicco come il 55.51 di Sara Jemai (CS Esercito, FOTO di Roberto Piazzi a destra) nel giavellotto e il 51.92 della campionessa regionale Assoluta Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) nel disco. Sempre sulla pedana del giavellotto Pascaline Adanhoegbe (NA Fanfulla)pareggia lo stagionale a 48.24 e Giulia Milani (CUS Pro Patria Milano) conquista il titolo regionale con 43.18. Il peso conferma il duellissimo tra Marco Govoni (Pro Sesto) e Paolo Vailati (NA Fanfulla): fino a un turno dal termine guida Govoni 16.22 a 16.15, poi Vailati mette la freccia con 16.31 e Govoni risponde con il 16.37 del titolo lombardo.ND4 1741 FILEminimizer

Il 200 maschile entusiasma nonostante un vento in faccia da -2.4 m/s: il mantovano Diego Marani (Fiamme Gialle) vince con 21.10 davanti al campione italiano Promesse Simone Tanzilli (Atl. Riccardi Milano 1946) autore di 21.37 e campione lombardo davanti al padrone di casa Lorenzo Donati (OSA Saronno) con 21.96. In altra serie (-0.4) il campione italiano Allievi Christian Previtali (Pol. Carugate) si migliora a 22.24 chiudendo quarto nel Campionato Regionale.  Nel mezzo giro di pista femminile Virginia Troiani (CUS Pro Patria Milano) si impone in 24.65 (-0.2) mentre è la junior Sara Limonta (Vis Nova Giussano) dalla corsia 1 a prendersi l’argento in 24.99. CUS Pro Patria Milano protagonista anche nella 4x400 ancora con le gemelle Virginia, Serena e Alexandra Troiani, stavolta assieme a Giulia Lombardi: il titolo è loro in 3:46.64. Notevolissimo il crono della Pro Patria ARC Busto Arsizio campione lombarda in 3:18.82 con un allievo (Paolo Mancinelli) e tre juniores (Claudio Rucaj, Matteo Colombo e Simone Carminati).  

La 18enne Andrada Lavinia Lacatus (PBM Bovisio Masciago) è la battistrada della marcia femminile (5000 metri) dall’avvio fino alla conclusione: nella prima fase di gara la tricolore Juniores resta in linea per battere il PB da 24:21.72, poi alza leggermente il piede dall’acceleratore per chiude in un comunque significativo 24:35.56. La gara maschile è dominata dall’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter (tre atleti nei primi quattro) e viene vinta da Pietro Zabbeni con un crono da 47:05.64 sui 10 km. Splendida sfida sui 5000 metri da l’azzurrino Alberto Mondazzi (Atl. Mariano Comense) e l’albanese volante David Nikolli (Cento Torri Pavia):  in un ultimo giro lanciato da Hicham Kabir (Atl. Valle Brembana), poi terzo in 14:59.11, è Mondazzi a imporsi in 14:55.41 davanti al 14:57.11 di Nikolli, già vincitore ieri del Memorial Migliorini sui 1500. Applausi per Sara Galimberti (Bracco), che inscena una cronometro in solitaria e vince in 16:54.71, crono rilevante alla luce delle condizioni climatiche piuttosto calde.

Trame diverse e per certi versi inconsuete negli 800. In campo femminile è gara tattica con un passaggio appena sotto 1’09” ai 400: è Alice Narciso (Atl. Monza), allieva classe 2001, a trovarsi a nozze con lo scenario profilatosi e a prendere in mano la situazione ai 500 metri e a vincere (come più giovane campionessa lombarda individuale della due giorni) con 2:13.68 e un secondo giro da 64 secondi e mezzo mentre  Gaia Pigolotti (NA Varese) si prende l’argento in 2:14.84 davanti alla combattiva Francesca Bussone (Riccardi Milano 1946) a 2:15.67. Tra gli uomini attacca subito Matteo Viscardi (Pro Sesto) per un passaggio da 56 secondi scarsi ai 400: la sua azione verrà vanificata proprio sulla retta finale con l’imperioso finale di Jacopo Peron (CUS Insubria Eolo) a 1:53.19. Argento a Federico Maione (Cantù Atletica) in 1:53.32, bronzo allo junior Vittorio Braccia (PBM Bovisio Masciago) con 1:53.39, quarto Viscardi in 1:53.60.  Due ragazzi del 1998 si prendono i 400 ostacoli. Federico Cesati (Pro Sesto), semifinalista mondiale Under 18 nel 2015, si impone in 53.13 con l’alfiere della società ospitante Daniele Banfi (OSA Saronno) secondo al PB in 54.81. Primato stagionale in campo femminile per Chiara Di Benedetto (Bracco), che si porta da 1:02.84 a 1:02.81 precedendo la specialista Michela Pellanda (Brescia 1950 Ispa Group) seconda in 1:03.08.

Ospite speciale del triplo vinto da Dominique Rovetta Gasigwa (Brixia 2014) con 15.10 (+0.9) è Fabrizio Schembri (Carabinieri): l’atleta di Rovellasca (CO) firma la miglior misura in assoluto con 15.92 (+0.9) corroborato da un doppio 15.83. L’alto vive sul duello tra Iulian Scutareanu (Lecco Colombo Costruzioni) e Marco Gelati (Pro Sesto): Gelati conduce fino a 2.03, ma il 2.06 alla prima prova di Scutareanu cambia gli equilibri e consegna il successo al portacolori della Lecco Colombo. La società gialloblu si impone pure nel lungo donne con l’eptatleta  Sara Bianchi Bazzi atterrata a 5.78 (+1.2) nel primo salto, misura che le permette di tenere gli assalti durante la sesta prova della junior Eleonora Alberti (NA Varese) a 5.68 (+0.4) e dell’under 23 Eleonora Giraldin (NA Fanfulla) a 5.66 (+1.2) in un concorso che vede cinque atlete oltre i 5.50. L’asta femminile si decide a quota 3.60: Bianca Falcone (CUS Insubria Eolo) ci riesce alla prima prova, Giorgia Vian (NA Fanfulla) alla seconda. A 3.70 uscirà di scena la campionessa in carica Gloria Riva (Atl. Monza) mentre Falcone resterà vittima di un infortunio che non le impedirà però di essere applaudita sul podio.

Cesare Rizzi

In aggiornamento i FOTOSERVIZI di Mario Grassi e Roberto Piazzi sulla pagina Facebook FIDAL Lombardia.

CAMPIONATI REGIONALI ASSOLUTI – 2ª GIORNATA

200 M (-2.4): 1. Simone Tanzilli (Riccardi Milano 1946) 21.37, 2. Lorenzo Donati (OSA Saronno) 21.96, 3. Davide Marelli (Bernatese) 22.20.

200 F (-0.2): 1. Virginia Troiani (CUS Pro Patria Milano) 24.65, 2. Sara Limonta (Vis Nova Giussano) 24.99, 3. Miriam Vercellone (Bracco) 25.21.

800 M: 1. Jacopo Peron (CUS Insubria Eolo) 1:53.19, 2. Federico Maione (Cantù Atletica) 1:53.32, 3. Vittorio Braccia (PBM Bovisio Masciago) 1:53.39.

800 F: 1. Alice Narciso (Atl. Monza) 2:13.68, 2. Gaia Pigolotti (NA Varese) 2:14.84, 3. Francesca Bussone (Riccardi Milano 1946) 2:15.67.

5000 M: 1. Alberto Mondazzi (Atl. Mariano Comense) 14:55.41, 2. Hicham Kabir (Atl. Valle Brembana) 14:59.11, 3. Francesco Marino (Riccardi Milano 1946) 15:10.18.

5000 F: 1. Sara Galimberti (Bracco) 16:54.71.

400 ostacoli M: 1. Federico Cesati (Pro Sesto) 53.13, 2. Daniele Banfi (OSA Saronno) 54.81, 3. Alessandro Redaelli (Pro Sesto) 55.00.

400 ostacoli F: 1. Chiara Di Benedetto (Bracco) 1:02.81, 2. Michela Pellanda (Brescia 1950 Ispa Group) 1:03.08, 3. Erica Monfardini (Bracco) 1:04.12.

Alto M: 1. Iulian Scutareanu (Lecco Colombo Costruzioni) 2.06, 2. Marco Gelati (Pro Sesto) 2.03, 3. Alessandro Berengan (CUS Insubria Eolo) 1.91.

Asta F: 1. Bianca Falcone (CUS Pro Patria Milano) 3.60, 2. Giorgia Vian (NA Fanfulla) 3.60, 3. Alessandra Fumagalli (Bergamo 1959 Oriocenter) 3.50.

Lungo F: 1. Sara Bianchi Bazzi (Lecco Colombo Costruzioni) 5.78 (+1.2), 2. Eleonora Alberti (NA Varese) 5.68 (+0.4), 3. Eleonora Giraldin (NA Fanfulla) 5.66 (+1.2).

Triplo M: 1. Dominique Rovetta Gasigwa (Brixia 2014) 15.10 (+0.9), 2. Alessandro Li Veli (Team A Lombardia) 14.04 (+0.2), 3. Diego Bruschi (OSA Saronno) 13.60 (+0.4).

Peso M: 1. Marco Govoni (Pro Sesto) 16.37, 2. Paolo Vailati (NA Fanfulla) 16.31, 3. Marco Simonini (ADM Ponte in Valtellina) 14.99.

Disco F: 1.  Natalina Capoferri (Brescia 1950 Ispa Group) 51.92, 2. Giulia Lolli (Bergamo 1959 Oriocenter) 42.78, 3. Veronica Rossetti (Brescia 1950 Ispa Group) 42.26.

Martello M: 1. Giacomo Proserpio (Lecco Colombo Costruzioni) 71.33, 2. Nicolas Brighenti (Cremona Arvedi) 54.93, 3. Andrea Pasetti (Bergamo 1959 Oriocenter) 54.84.

Giavellotto F: 1. Giulia Milani (CUS Pro Patria Milano) 43.18, 2. Alessandra Melchionda (Brescia 1950 Ispa Group) 41.66.

Marcia 10 km M: 1. Pietro Zabbeni (Bergamo 1959 Oriocenter) 47:05.64, 2. Manuel Giordano (NA Fanfulla) 48:32.61, 3. Mikias Meli (Bergamo 1959 Oriocenter) 48:56.32.

Marcia 5 km F: 1. Andrada Lacatus (PBM Bovisio Masciago) 24:35.56, 2. Viviana Valsecchi (Lecco Colombo Costruzioni) 26:06.94, 3. Beatrice Foresti (Bergamo 1959 Oriocenter) 26:36.23.

Staffetta 4x400 M: 1. Pro Patria ARC Busto Arsizio (MANCINELLI Paolo - RUCAJ Claudio - COLOMBO Matteo - CARMINATI Simone) 3:18.82, 2. Cento Torri Pavia (ASARO Valerio - SALVATI Filippo - GALBIATI Amos - DON Menin Hubert) 3:21.96, 3. OSA Saronno Libertas “A” (BANFI Daniele - LURASCHI Edoardo - SPENA Alessandro - DONATI Lorenzo) 3:24.65.

Staffetta 4x400 F: 1. CUS Pro Patria Milano (LOMBARDI Giulia - TROIANI Virginia - TROIANI Serena - TROIANI Alexandra) 3:46.64, 2. Bracco Atletica (RAFFALDI Cecilia - BAGOSSI Nicoletta - MONFARDINI Erica - BENAGLIA Beatrice) 3:58.90, 3. Pro Sesto Atletica (BOATENG Paola - LOCATELLI Arianna - TREZZI Sara - MAJORI Micol) 4:09.04.

Giacomo Proserpio Saronno 2018 tabellone