Tricolori Assoluti Femminili Indoor: Mosetti, Giampietro e le Staffette le Punte Lombarde

Pubblicato: Mercoledì, 14 Febbraio 2018

Ancona, atto III: stavolta è di scena il Campionato Italiano Assoluto indoor. La maggior rassegna tricolore della stagione, in programma da venerdì 16 a domenica 18 febbraio al Palaindoor, annuncia 459 presenze-gara nelle prove individuali (222 uomini e 237 donne) in rappresentanza di 114 società, oltre a 34 staffette 4x200 metri: per la Lombardia le presenze-gara complessive sono 143 in rappresentanza di 28 sodalizi. Si partirà il venerdì sera con l’alto maschile: le gare femminili saranno concentrate (come il resto del programma degli uomini) tra sabato 17 e domenica 18 febbraio.

LE SFIDE TRICOLORI FEMMINILI di Luca Cassai/Fidal.it

VELOCITA’ - Anche quest’anno la gara dei 60 metri femminili si preannuncia apertissima, con tante candidate alla vittoria e ben 48 atlete iscritte. In testa alle graduatorie stagionali c’è la campionessa in carica Anna Bongiorni (Carabinieri) che ha corso in 7.33 nel meeting di francese di Mondeville, all’inizio di febbraio, ma la 24enne pisana figlia d’arte potrebbe vedersela in un derby toscano con la coetanea senese Irene Siragusa (Esercito): la tricolore dei 100 all’aperto si è migliorata fino a 7.35, mentre nel 2017 è salita due volte sul podio alle Universiadi con l’argento nei 100 e l’oro nei 200 in cui la Bongiorni ha conquistato il bronzo, senza dimenticare la fiorentina Audrey Alloh (Fiamme Azzurre), quattro titoli consecutivi tra il 2012 e il 2015, ma anche Gloria Hooper (Carabinieri), la veronese che adesso si allena in Inghilterra. Poi le giovanissime emergenti guidate dalla 18enne Zaynab Dosso, appena entrata nelle Fiamme Azzurre dopo essere cresciuta nella Corradini Rubiera, che alla rassegna tricolore juniores ha mancato di un solo centesimo il record italiano under 20 con 7.36. Nei 400 metri ci sarà da lottare già nelle batterie per guadagnare una corsia della finale. La capolista è Ayomide Folorunso (Fiamme Oro), 21enne emiliana che nella passata stagione ha vinto due ori internazionali sui 400 ostacoli: agli Europei under 23 e anche alle Universiadi. Quest’anno ha corso in 53.32 al meeting IAAF World Indoor Tour di Karlsruhe e si presenta da favorita per confermare il titolo. Attenzione ai progressi della modenese Raphaela Lukudo (Esercito), scesa a 53.77, quindi saranno ai blocchi di partenza Maria Enrica Spacca (Carabinieri), Chiara Bazzoni (Esercito) e Marta Milani (Esercito), oltre alla non ancora ventenne Rebecca Borga (Atl. Biotekna Marcon). ALTRE LOMBARDE ATTESE PROTAGONISTE – 60 piani: Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Eleonora Alberti (NA Varese), Chiara Melon (Atl. Brescia 1950 Ispa Group). 400: Daniela Tassani (Bracco), Linda Olivieri (Atl. Monza).

MEZZOFONDO - Probabile duello negli 800 metri con la tricolore in carica al coperto Irene Baldessari (Esercito), che ha debuttato sabato a Linz correndo in 2:06.72, però meglio della 25enne trentina ha fatto Elena Bellò: 2:06.14 per la 21enne vicentina delle Fiamme Azzurre a Gent, in Belgio, mentre potrebbe recitare il ruolo di terza incomoda la junior Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso Teramo). Obiettivo doppietta per Margherita Magnani (Fiamme Gialle), azzurra nei 1500 in tutte le principali manifestazioni internazionali e reduce dal meeting di Liévin dove martedì ha corso in 4:13.78, che cercherà il successo anche dei 3000 nella stagione che la vedrà puntare maggiormente sui 5000 all’aperto. Sarà impegnata in entrambe le gare anche Giulia Aprile (Esercito), siciliana di stanza in Toscana, campionessa dei 1500 metri dove troverà Joyce Mattagliano (Esercito), 4:21.33 due settimane fa in Lussemburgo, e Sveva Fascetti (Esercito), 4:25.67 a Gent. Sulla doppia distanza al via inoltre le azzurre del cross Martina Merlo (Aeronautica) e Chiara Casolari (La Fratellanza 1874 Modena). ATLETE LOMBARDE ATTESE PROTAGONISTE – 800: Federica Cortesi (Atl. Valle Brembana), Elisa Cherubini (Atl. Brescia 1950 Ispa Group). 3000: Federica Zanne (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Chiara Spagnoli (Atl. Brescia 1950 Ispa Group).

MARCIA - Una delle atlete più attese dell’intera manifestazione è Antonella Palmisano (Fiamme Gialle), alla sua prima uscita agonistica stagionale. La 26enne pugliese, che si è messa al collo la medaglia di bronzo ai Mondiali di Londra nella 20 chilometri, sarà in azione sui 3000 di marcia al coperto. In gara tra le altre la quasi 22enne romana Eleonora Dominici (Acsi Italia Atletica), quinta agli Europei under 23, la compagna di club Diana Cacciotti e Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group): al via ci sarà anche l’argento e il bronzo tricolori Promesse Lidia Barcella (Bracco) e Martina Ansaldi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group).

OSTACOLI - Situazione tutta da decifrare nei 60 ostacoli. Le migliori quest’anno con 8.28 a pari merito sono la primatista nazionale Veronica Borsi (Acsi Italia Atletica) e la triestina Nicla Mosetti (Bracco Atletica), terza under 23 italiana di sempre con il successo nella rassegna tricolore promesse. Poi la junior emiliana Desola Oki (Fiamme Oro), oro europeo under 18 dei 100hs nel 2016, che ha corso in 8.34 e la 22enne Luminosa Bogliolo (Cus Genova), 8.35. Più dietro le due campionesse nazionali in carica: la 19enne Elisa Di Lazzaro (Carabinieri), rientrata nell’ultimo weekend con 8.40 a Modena, vincitrice del titolo indoor nel 2017 e la lombarda Micol Cattaneo (Carabinieri), tricolore dei 100hs all’aperto.

SALTI - Quarta gara del 2018 per Alessia Trost che ha aperto la stagione con 1,90 a Hustopece, quindi 1,89 a Karlsruhe prima di migliorarsi con 1,91 al meeting di Banska Bystrica piazzandosi terza. La 24enne pordenonese delle Fiamme Gialle, ormai di casa ad Ancona dove si allena dall’autunno 2016, troverà in gara diverse rivali accreditate. A cominciare da Serena Capponcelli, la 29enne emiliana che vive in Belgio, salita a 1,90 nel giorno dell’Epifania. Saranno in pedana anche Erika Furlani (Fiamme Oro), quest’anno 1,86 per il bronzo europeo under 23, e la tricolore al coperto in carica Elena Vallortigara (Carabinieri) che ha saltato 1,84 a Sainte-Croix, in Svizzera. Nell’asta la campionessa nazionale outdoor, la 24enne ex ginnasta Elisa Molinarolo (Aristide Coin Venezia 1949), è diventata la sesta italiana di sempre in sala con 4,35. La stessa misura superata nella scorsa settimana dalla primatista assoluta Roberta Bruni (Carabinieri), di nuovo su queste misure dopo tre anni. Una sfida interessante che vedrà impegnata un’altra specialista arrivata di recente con 4,20 al personale, Tatiane Carne (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), mentre non saranno in gara Helen Falda (Cus Pisa), impegnata nell’attività oltreoceano, e la tricolore uscente Maria Roberta Gherca (Atl. Velletri), non al meglio della condizione. Anche nel lungo non difenderà il titolo Laura Strati (Atl. Vicentina), in ripresa da un problema al piede di stacco. Le maggiori indiziate per la vittoria sono quindi la friulana Tania Vicenzino (Esercito), che ha vinto nove tricolori in carriera anche se uno soltanto indoor, quest’anno atterrata a 6,30 nel mese di gennaio a Padova, e la 21enne Beatrice Fiorese (Atl. Vicentina), campionessa promesse della specialità. Nel triplo nuovo match tra Ottavia Cestonaro, la vicentina dei Carabinieri che ha aperto il 2018 con 13,47, e la tricolore in carica Dariya Derkach (Aeronautica), 13,36 finora nella sua unica competizione stagionale. ALTRE LOMBARDE ATTESE PROTAGONISTE – Alto: Teresa Rossi (Geas). Asta: Bianca Falcone (CUS Pro Patria Milano), Miriam Galli (Bracco). Lungo: Chiara Proverbio (OSA Saronno). Triplo: Silvia La Tella (NA Fanfulla), Alessia Beretta (Atl. Vedano).

LANCI - Il nome di riferimento nel getto del peso è ancora una volta Chiara Rosa, che punta al 22° titolo italiano assoluto della carriera. La padovana delle Fiamme Azzurre ha lanciato a 17,30 due settimane fa, cogliendo il suo miglior risultato delle ultime due stagioni, e se la vedrà con la junior Sydney Giampietro (Fiamme Gialle), tornata vicina al personale con 15,81 alla fine di gennaio, ma anche con la riminese Julaika Nicoletti (Carabinieri).

STAFFETTE 4x200 [C.R.] – Carabinieri indubbiamente favoriti (nel quartetto Bongiorni, Spacca, Hooper e Latini) ma a insidiare il sodalizio militare saranno come da tradizione due club lombardi: la Bracco Atletica (Annalisa Spadotto Scott, Daniela Tassani, Marta Maffioletti e Nicla Mosetti) e l’Atletica Brescia 1950 Ispa Group (Alessia Niotta, Elisa Romeo, Alessia Pavese e Johanelis Herrera). 

TV E STREAMING - I Campionati Italiani Assoluti Indoor di Ancona saranno trasmessi in diretta video streaming su atletica.tv e in differita tv su RaiSport.