Tricolori J/P Indoor: al Mattino Montini-Record in Semifinale (7.72), Giampietro Fa 12 (Titoli)

Pubblicato: Domenica, 04 Febbraio 2018

Domenica da 30 titoli ai Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor ad Ancona: Lombardia attesa protagonista dopo i 20 podi della prima giornata. In apertura arriva già il quinto oro per il movimento regionale: lo porta (con 14.77) come da pronostico la milanese Sydney Giampietro, al 12esimo titolo nazionale giovanile, l’ottavo nel peso, il primo da quando la lanciatrice “plasmata” da Luigi Cochetti è seguita da Nicola Silvaggi.

La mattinata è caratterizzata dalla “fucilata” di Mattia Montini che nella prima semifinale dei 60 ostacoli Juniores cancella il record italiano a 7.81 detenuto da un altro lombardo, Lorenzo Perini, dal 2012: dopo il 7.82 del 20 gennaio a Modena e il 7.83 di due ore prima in batteria l’ostacolista della Lecco Colombo corre in un fantastico 7.72, secondo crono mondiale Under 20 del 2018. Il guanto di sfida viene raccolto subito da Mattia Di Panfilo (Atl. Futura Roma), che corre in 7.78 nella seconda semifinale: la finale delle ore 14:40 (diretta su www.atletica.tv) promette fuochi d’artificio. Tra i migliori otto approdano pure un ottimo Lorenzo Paganini (Pro Sesto) al PB a 8.05, Chituru Ali (US Albatese) a 8.10 e Leone Siena (Libertas Mantova) a 8.23. Nella finale femminile Juniores entrano l’eptatleta Sofia Montagna (Atl. Vigevano) con 8.79 e Marta Comini (Atl. I Gonzaga 2011) con 8.84. Per Marco Bigoni (Pro Sesto) l’approdo nella finale maschile sulla barriera da 106 centimetri arriva con il PB  8.01 e il miglior tempo del secondo turno al pari di Francesco Ferrante (Atl. Firenze Marathon).

C’è tanta atletica lombarda anche nella finale del triplo femminile Promesse. Alessia Beretta (Atl. Vedano) mette il sigillo sul ritorno a livelli tricolori con un sesto salto a 12.57 (nei paraggi dello stagionale, il 12.64 del 28 gennaio a Saronno) che la issa dalla sesta piazza all’argento. A parità di 12.38 è così la seconda misura a decidere il bronzo tra la mantovana dell’Aristide Coin Venezia  Chiara Bertuzzi e la new entry in Bracco Sabrina Urbano: terza è Bertuzzi (12.36 contro 12.13) con un’altra mantovana, Costanza Gavioli (Atl. Rigoletto), sesta 13 centimetri più indietro.

BATTERIEMattia Montini vola già di prima mattina: con 7.83 della batteria dei 60 ostacoli sfiora il PB a 7.82 e il record italiano Juniores a 7.81. Ben anche Chituru Ali (US Albatese) e Lorenzo Paganini (Pro Sesto), entrambi a 8.19. La gara Promesse promuove Marco Bigoni (Pro Sesto) con il secondo crono del primo turno a 8.20: Andrea Villa (OSA Saronno) firma il PB a 8.37. Al femminile assolo di Nicla Mosetti (Bracco) che stampa il miglior tempo Promesse con 8.33 (PB e quinto crono all-time mentre Linda Guizzetti è esclusa per una falsa partenza) e progresso di Camilla Rossi (NA Fanfulla) da 8.88 a 8.84 tra le Juniores.Passando ai 200 grande prova di Mattia Donola (Pro Sesto), che centra il PB al coperto con 21.77, miglior crono della tornata di qualificazione. Tra le ragazze under 20 PB e quarto crono di qualificazione per Eleonora Alberti (NA Varese).

Ce. Ri.